Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Milano, la denuncia degli anziani di via Pastonchi: "Segregati in casa ogni volta che l'ascensore si rompe"

Gli abitanti delle case MM puntano il dito contro l'incuria dello stabile, con calcinacci che cadono dai balconi e crepe sulle facciate del palazzo: "Vivere qui è deplorevole"

 

Quando un ascensore rotto significa essere costretti a non poter uscire di casa. È la vicenda degli anziani delle case popolari di via Pastonchi 2, a Milano, dove una decina di ultra 80enni che abitano nelle case gestite da MM si ritrova segregata in appartamento ogni qual volta l'elevatore del palazzo si rompe.

"Purtroppo sono più le volte che è rotto di quelle che funziona - racconta il gruppo di anziani esasperato - Siamo appena restati senza per 20 giorni consecutivi. Qui ci sono persone che hanno più di 90 anni, alcune anche disabili. Come possono salire piani e piani di scale senza ascensore? I guasti sono troppo frequenti, e il fatto che gli operai di MM incaricati di ristrutturare gli appartementi usino l'ascensore come un montacarichi per i materiali edili di certo non aiuta".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento