Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Uomo scappa dall'ambulanza dopo il "fermo": inseguimento e arresto da film in centro a Milano

Il video dell'incredibile arresto avvenuto martedì in piazza della Repubblica

 

Una volta in Questura, dove era stato portato perché l'arresto venisse formalizzato, si è sentito male e ha perso i sensi. Così, è stato visitato sul posto e poi caricato in ambulanza per essere portato in ospedale. Ma proprio lì, all'arrivo al pronto soccorso, ha dato il via al secondo tempo del suo "spettacolo", che si è concluso con un inseguimento e un arresto da film in pieno centro a Milano. 

Protagonista del martedì pomeriggio folle è stato un uomo di 30 anni, un cittadino marocchino irregolare e con precedenti, che è stato arrestato due volte nel giro di un paio di ore. Per lui i guai sono iniziati verso le 18 in piazzale Lotto, dove un equipaggio delle Nibbio ha deciso di controllare la macchina a bordo della quale si trovava insieme a un secondo uomo. Alla vista dei poliziotti, i due hanno cercato la fuga, ma il 30enne - che ha poi mandato in ospedale uno degli agenti, con una prognosi di 15 giorni - è stato fermato e ammanettato. 

Il primo arresto 

Addosso e nell'auto, l'uomo nascondeva 3 involucri di cocaina, uno di eroina e telefoni che, verosimilmente, usava per il suo lavoro di spacciatore, tanto che è stato accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. 

A quel punto, il 30enne è stato portato in Questura per sbrigare tutte le pratiche per l'arresto ma, dopo circa un'ora, ha avuto un malore ed è svenuto. Sono quindi intervenuti i medici del 118, che lo hanno caricato in ambulanza e lo hanno accompagnato al vicino Fatebenefratelli, con una Volante a fare da "scorta" perché per le misure anti Coronavirus gli agenti non posso salire a bordo dei mezzi di soccorso.

La fuga dal pronto soccorso 

Appena i paramedici hanno aperto le porte dell'ambulanza, però, il pusher si è dato immediatamente alla fuga, scavalcando un muro e scappando, scalzo, in direzione piazza della Repubblica.

Proprio lì, con un inseguimento tra l'asfalto e i binari del tram, lo hanno raggiunto più di dieci Volanti della Questura, con gli agenti che lo hanno circondato e ammanettato, un'altra volta. Il 30enne è stato quindi nuovamente dichiarato in arresto con le accuse di evasione e resistenza a pubblico ufficiale. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento