La spedizione dei tassisti contro l'autista Ncc: insulti e minacce, il cliente tirato giù dall'auto

 

Sembra - almeno stando alla denuncia della vittima sulle pagine di "Repubblica" - che si facciano chiamare "il club dei 300", con un riferimento neanche troppo velato al famoso scontro delle Termopili. Come se la loro fosse una battaglia e i loro nemici fossero tutti quelli che non hanno la loro stessa licenza. 

Continua la "guerra" tra tassisti e conducenti di Uber o Ncc, noleggio con conducente. L'ultima pagina dell'ormai infinita lotta è stata scritta il 31 maggio scorso, quando un gruppetto di tassisti - noto tra i colleghi proprio come "Il club dei 300" - ha improvvisato un blitz contro una macchina Ncc. 

A denunciare tutto è stato il conducente della vettura, che ha scovato un video in rete e lo ha consegnato ai carabinieri ai quali ha già presentato querela. Le immagini, pubblicate in esclusiva da Luca De Vito su Repubblica, sembrano lasciare poco spazio all'interpretazione: si vede un'auto bianca arrivare fuori dalla stazione Centrale e tre o quattro uomini che si avvicinano con fare minaccioso. Uno di loro apre lo sportello e costringe il cliente a scendere, con modi per nulla gentili e chiedendo di consegnare a lui i soldi. 

Dopo qualche spintone, il gruppo sposta la propria attenzione sull'autista Ncc, insultato, minacciato e strattonato. "Sei sempre tu che fai le corse con Uber, il bergamasco", urla qualcuno. "Hai preso i soldi?", si sente ancora dal gruppetto, prima che qualcuno aggiunga: "Lo hai preso?", riferendosi allo "scudettino" Ncc sulla targa, staccato proprio da uno dei tassisti.

E alla fine, con tono minaccioso: "Dici agli altri di non venire in stazione che li stiamo aspettando".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento