Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

"Un buon 2019, ma su Atm e strade dobbiamo fare di più": le promesse di Sala per il nuovo anno

Il bilancio di fine 2019 del sindaco di Milano, Beppe Sala, tra obiettivi raggiunti e promesse

 

Mobilità e ambiente, case e periferie, politica e bellezza della città. Il sindaco Beppe Sala, nel suo personalissimo discorso di fine anno, ha parlato a 360 gradi della sua Milano, sottolineando le cose buone fatte e ammettendo che qualcosa può essere migliorato. 

"Usciamo da un buon 2019, per il secondo anno Milano è stata la città italiana con la migliore qualità della vita - ha detto il primo cittadino nella clip, postata sulla propria pagina Facebook -. Però c'è da fare ancora molto e bisogna estendere ai più questo momento buono". 

"Vorrei sottolineare alcuni aspetti - ha proseguito il sindaco -. Su mobilità e ambiente credo che stiamo facendo molto, rivendico l'Area B. È vero abbiamo variato il prezzo del biglietto Atm ma proteggendo anziani, fasce deboli, dopo di che chiedo ad Atm di migliorare il servizio". 

Poi un passaggio sulle periferie e sull'emergenza abitativa: "Per vedere che ci siamo libereremo uffici pregiati centrali e andremo con 2mila, 2mila e 500 nostri dipendenti tra Bovisa e Corvetto, questo vuol dire partecipare a una diversa idea della città", ha sottolineato Sala. 

E in conclusione un'ammissione: "Milano sta diventando sempre più attrattiva, le imprese straniere che vengono in Italia, vengono qua, il turismo aumenta, le nostre università vanno splendidamente, ma bisogna avere cura delle micro cose e - ha ammesso - sulla cura della città e delle strade sento che dobbiamo fare di più".

"Io vado avanti con grande determinazione, dedizione e giudicherete alla fine se sono stato un buon sindaco - ha concluso il primo cittadino -. Auguri a tutti voi".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento