Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Buccinasco, la denuncia del M5S: "Rifiuti illeciti sepolti sotto al campo destinato ai nomadi"

Il vicepresidente del consiglio comunale Alberto Schiavone ci porta nel terreno che dovrebbe ospitare l'insediamento dei rom di etnia Sinti residenti nel comune alle porte di Milano, un ecoreato che puzza di 'Ndrangheta: "Solo la malavita poteva seppellirne così tanti"

 

Un prato così grande che potrebbe ospitare 50 roulotte, dove pezzi di plastica, metallo e tessuto affiorano ovunque, e l'inquietante sospetto di un possibile ecoreato della malavita locale. Siamo a Buccinasco, alle porte di Milano, piccolo comune tristemente noto come covo di potenti famiglie d'Ndrangheta, la mafia calabrese arrivata a 'colonizzare' l'hinterland del capoluogo lombardo a partire dalla fine degli anni '70.

Inizia da qui la denuncia del vicepresidente del consiglio comunale 5 Stelle Alberto Schiavone, che in esclusiva per Milano Today mostra quello che ha tutta l'aria di essere uno smaltimento illecito di rifiuti. Perché in quel campo, destinato dall'amministrazione ai rom di etnia Sinti residenti a Buccinasco, il terreno è pieno di rifiuti e costeggiando la roggia adiacente è chiaramente visibile un argine artificiale alto circa due metri nel quale la terra è mischiata a latterizi e scarti di materiale da costruzione: tegole, residui di cavi elettrici e persino tubi di metallo.

"Non so se qualcuno nell'amministrazione comunale fosse a conoscenza di tutto questo - racconta Schiavone -. Spero tuttavia che la magistratura ora indaghi, perché questo dislivello di quasi due metri che separa questo terreno da quello a fianco non sembra per niente normale. Ci sono punti in cui a occhio nudo si vedono scarti edili di tutti i tipi, si nota dai colori. Il mio sospetto, purtroppo, è che questo prato sia il teatro di uno smaltimento illecito di rifiuti speciali, e se fosse vero l'intero campo potrebbe esserne pieno".

"Non posso sapere con certezza chi possa essere stato - continua il consigliere del Movimento 5 Stelle -. Questo spero sia la magistratura ad accertarlo, ma è certo che il sospetto che c'entri la malavita locale è forte e non sarebbe di certo una novità per questo comune. Basti pensare all'inchiesta "Buccinasco più", quando nel 2010 si scoprì che la cosca di 'Ndrangheta Barbaro-Papalia aveva sepolto rifiuti tossici. Come se non bastasse l'amministrazione comunale vorrebbe trasferire in questo spazio i rom di etnia Sinti che ora campeggiano abusivamente poco distante. Si tratta di cittadini italiani regolari e residenti a Buccinasco, hanno il diritto di andare a vivere in un luogo sicuro, non certo in cima a una discarica abusiva".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento