Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Una casa di 100 mq costruita in una settimana, il primo edificio stampato in 3D in piazza Beccaria. Ecco come si fa

 

Detta così sembrerebbe fantascienza, invece è realtà: una casa stampata in 3D, 100 metri quadrati costruiti in una settimana, una casa vera realizzata con una speciale miscela di polveri cementizie, inerti e leganti che nel tempo può essere demolita, polverizzata e ricostruita con lo stesso materiale.

Per farla bastano tre addetti, che non saranno semplici operai ma veri e propri ingegneri con conoscenze e capacità elevatissime. Il primo edificio realizzato con questa tecnica sarà completato entro il prossimo 15 aprile in piazza Beccaria, sotto un enorme tendone i lavori sono già in corso come testimoniano queste immagini.

La casa può essere facilmente ampliata, rialzata, raddoppiata e addirittura traslocata, come ci spiega l'architetto Massimiliano Locatelli dello studio CLS Architetti. Non ci sono fondamenta, è perfettamente antisismica mentre lo spessore del muro, che può essere deciso a seconda delle zone e delle condizioni climatiche, garantisce un perfetto isolamento termico.

I costi sono dimezzati rispetto a quelli di una abitazione tradizionale, i tempi di realizzazione imparagonabili e questo può consentire, ad esempio, di costruire in situazioni e luoghi di massima emergenza, dalle aree terremotate a quelle colpite da qualsiasi tipo di calamità. Cambia, insomma, il rapporto tra l’abitante e l’abitazione, un vero e proprio sconvolgimento nel campo dell’edilizia e dell’architettura che migliora la qualità della vita attraverso la rivoluzione della tecnologia.

3Housing 05, questo il nome della casa, che rimarrà in piazza Beccaria per tutto il mese di aprile, per poi essere smontata e trasportata a Bergamo presso le strutture di Italcementi per ulteriori sperimentazioni

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento