Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Milano, i Carabinieri ricordano il generale Dalla Chiesa: "Importante riconoscere il valore di persone come lui"

I militari hanno deposto una corona di fuori presso il monumento ai caduti dell'arma in piazza Diaz. Presenti il nipote del generale e le autorità cittadine

 

Prima la messa nella basilica di Santa Maria delle Grazie e poi la deposizione della corona presso il monumento ai caduti dell'arma dei Carabinieri in piazza Diaz. Così Milano ha ricordato il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, il prefetto di Palermo ucciso in un agguato di Cosa Nostra il 3 settembre 1982 a causa del suo impegno nel combattere la mafia.

"È importante ricordare il valore di persone come lui, che hanno servito lo stato in maniera onesta, leale e con spirito di sacrificio estremo", spiega il vicesindaco di Milano Anna Scavuzzo ricordando il generale, che ha presenziato alla cerimonia insieme al generale Antonio De Vita, comandante della legione Carabinieri Lombardia, e al colonnello Luca De Marchis, comandante provinciale di Milano.

Dalla Chiesa prestò servizio anche nel capoluogo lombardo, prima nel coordinamento della polizia giudiziaria della Corte d'Appello e poi come comandante della Divisione Pastrengo e, sempre a Milano, nel 1978, coordinò il blitz nel covo delle Brigate Rosse di via Montenevoso, nel quale furono scoperti importanti documenti riguardanti il sequestro di Aldo Moro, tra cui anche un presunto memoriale dell'allora presidente della Democrazia Cristiana.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento