Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Festa della Liberazione: per la prima volta l'arcivescovo di Milano omaggia i partigiani

 

Non era mai accaduto in precedenza. Nella giornata di martedì 16 aprile, alla presenza del sindaco Beppe Sala, del rabbino capo Alfonso Arbib, di alcuni esponenti del Presidio militare e delle associazioni partigiane e combattentistiche, alla posa delle corone al Campo della Gloria nel cimitero maggiore, dove sono sepolti i partigiani e i militari morti durante la Liberazione, è intervenuto anche monsignor Mario Delpini.  

"Io rappresento qui la chiesa di Milano che si chiama cattolica proprio perché è universale, cioè non è di parte ma dalla parte del bene per sconfiggere il male. Non so se questo sia essere di parte, ma significa avere speranza nell’umanità e nella storia", ha dichiarato il cardinale di Milano il quale ha invitato tutti a reagire di fronte al risorgere di movimenti neofascisti e xenofobi. "Manifestazioni come questa - ha proseguito Delpini - naturalmente mostrano un debito di riconoscenza verso il passato ma hanno il loro vero significato nel continuare a professare che c’è una speranza nell’umanità".  

Video MiaNews 

Notre Dame in fiamme, Delpini: "E' una ferita per tutta l'Europa" | Video

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento