Ha un credito di 4 milioni di euro con lo Stato ma è costretto al fallimento: perde l'azienda e la casa

 

"Ho lavorato una vita per sentirmi trattato come un delinquente". E' l'assurda storia di Sergio, un imprenditore che lavorava nel settore dello smaltimento dei rifiuti con un credito nei confronti degli enti pubblici di circa 4 milioni di euro. Ma non riesce a incassare i suoi soldi, il servizio però deve continuare a garantirlo e così va avanti sostenendo solo spese: fornitori, dipendenti, costi dell'azienda.

Va avanti, ma ad un tratto crolla: arriva il fallimento, perde l'azienda e perde anche la casa. Tutta la procedura, a suo dire, è stata viziata da diverse omissioni e illegittimità, per questo l'imprenditore ha già provveduto a denunciare il curatore fallimentare.

Lo scorso mese di febbraio l'ufficiale giudiziario doveva procedere con lo sfratto mettendo la sua casa all'asta, ma l'azione è stata rinviata al prossimo 16 aprile. Nella speranza che la Procura di Milano intervenga bloccando tutto.

Potrebbe Interessarti

  • Maxi rissa in via Lorenteggio: calci, pugni e lanci di sedie vicino al Vodafone village

  • Le ladre della metro contro il ragazzo che le filma: "Mongoloide africano, ti spacco la testa". Video

  • Accoltellata alla gola in centro a Milano: il racconto della donna che l'ha salvata

  • Salvini contro la rom "milanese": "Fottutissima zingara, ti radiamo al suolo la casa" (e la gente esulta)

Torna su
MilanoToday è in caricamento