Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Festa di Halloween all'Università Statale di Milano, gli studenti: "Giusto pulire per rispetto degli altri"

Polemica dopo il party del 31 ottobre organizzato dal collettivo Dillinger, che ha occupato l'ateneo lasciando i corridoi pieni di immondizia. Il rettore: "Ora basta, si è tollerato per troppo tempo"

 

È polemica all'Università Statale di Milano, dopo la festa di Halloween organizzata la notte del 31 ottobre dal collettivo Dillinger. Al centro della querelle c'è l'immondizia lasciata dagli studenti dopo il party notturno nei corridoi dell'ateneo: uno spettacolo che ha scatenato numerose proteste tra gli iscritti e una netta presa di posizione da parte del rettorato, che si è rivolto agli studenti con una lettera aperta.

"Queste feste, del tutto abusive, organizzate da gruppi in larga parte esterni all'Ateneo, che chiedono persino una tariffa per l'ingresso, sono state tollerate per molti anni - si legge nella lettera del rettore - Sono profondamente convinto che ogni atteggiamento di passiva indifferenza o rassegnazione nei confronti di atti di palese illegalità sia sbagliato in assoluto e, ancor più, da parte di un’università pubblica, che da sempre fa della difesa della legalità e dei diritti uno dei suoi essenziali valori, da trasmettere alle giovani generazioni".

All'indomani della polemica Milano Today ha intervistato alcuni iscritti dell'università, chiedendo loro cosa pensino della polemica scaturita in seguito alla festa non autorizzata.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento