Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Bocconiana e ad di una grande azienda, ruba Rolex e braccialetto di Tiffany al gate: il video

 

Avrebbe rubato un prezioso orologio Rolex Datejust (valore 8mila euro) e un bracciale modello Tiffany (valore mille euro) al varco sicurezza dell'aeroporto Pertini di Torino Caselle. Dopo il furto, avvenuto a inizio mese, a metà luglio 2019 la polizia aeroportuale ha scoperto che l'autrice del furto era un'imprenditrice, amministratrice delegata di un'azienda del nord-ovest.

La refurtiva è stata ritrovata nella perquisizione a casa sua. I preziosi erano stati dimenticati in una delle vaschette porta-oggetti da una torinese, diretta in Sardegna con la famiglia e convinta che li avesse recuperati il marito. Da lì sono stati rubati. Le immagini sono chiarissime. La presunta ladra era diretta a Napoli. Attraverso una certosina analisi delle immagini delle telecamere, e incrociando i dati dei passeggeri, si è arrivati alla sua identità. 

La presunta ladra è un nome "pesante": si tratta infatti di M. P., 55 anni, amministratrice delegata della Cogne Acciai Speciali, un colosso da mille dipendenti per un fatturato da 430 milioni di euro. La donna, milanese ma da tempo trasferitasi in Valle d'Aosta, è laureata in Economia e Commercio alla Bocconi. 

"Si tratta di un grosso equivoco - ha spiegato attraverso i suoi legali -. Senz’altro questa storia dovrà essere rivista nelle sedi competenti. Andrò dalla pm a chiarire la mia posizione, ci sarei già andata questa settimana ma lei era in ferie. Sono disposta a spiegare tutto davanti alla controparte".

Ma sarà la magistratura a chiarire la sua posizione: la donna dovrà rispondere di furto aggravato. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento