Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Giambellino-Lorenteggio: niente luce, gas e acqua per uno sfratto accompagnato. Ma le proteste lo impediscono

 

"Abbiamo presentato una richiesta di incontro ma nessuno ci ha risposto. Non è possibile pensare di sfrattare delle famiglie con dei bambini senza prima offrirgli una sistemazione". E' categorico Ermanno Ronda, segretario di Sicet-Cisl di Milano che insieme al Comitato Abitanti Giambellino-Lorenteggio si oppone all'abbattimento di un'ala della palazzina di via Lorenteggio 181.

Per far ciò è necessario sloggiare circa 20 famiglie che da anni ci vivono e per evitare l'intervento della forza pubblica giovedì 10 maggio i tecnici hanno tentato di staccare le utenze. Niente luce, gas e acqua per costringere gli inquilini ad andar via.

Il civico 181 è tra i più "malandati" di tutta la via. E' qui che da un balcone cadde improvvisamente un pezzo di muratura, che solo per miracolo non provocò danni a nessuno. Aler ha valutato che le condizioni di questo edificio sono troppo compromesse perché sia conveniente la ristrutturazione: di qui la scelta di abbattere.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento