Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giambellino-Lorenteggio: niente luce, gas e acqua per uno sfratto accompagnato. Ma le proteste lo impediscono

 

"Abbiamo presentato una richiesta di incontro ma nessuno ci ha risposto. Non è possibile pensare di sfrattare delle famiglie con dei bambini senza prima offrirgli una sistemazione". E' categorico Ermanno Ronda, segretario di Sicet-Cisl di Milano che insieme al Comitato Abitanti Giambellino-Lorenteggio si oppone all'abbattimento di un'ala della palazzina di via Lorenteggio 181.

Per far ciò è necessario sloggiare circa 20 famiglie che da anni ci vivono e per evitare l'intervento della forza pubblica giovedì 10 maggio i tecnici hanno tentato di staccare le utenze. Niente luce, gas e acqua per costringere gli inquilini ad andar via.

Il civico 181 è tra i più "malandati" di tutta la via. E' qui che da un balcone cadde improvvisamente un pezzo di muratura, che solo per miracolo non provocò danni a nessuno. Aler ha valutato che le condizioni di questo edificio sono troppo compromesse perché sia conveniente la ristrutturazione: di qui la scelta di abbattere.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento