Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

La favola di Matteo: dalle esibizioni in strada in piazza Duomo alla finale di The Voice. Video

 

Da piazza Duomo al Belgio. Dal disco venduto nella custodia della sua chitarra a una finale, con in palio un contratto discografico. È cambiata così la vita di Matteo Terzi, il cantante milanese - nome d'arte "Soltanto" - che martedì sera si gioca la finalissima di The Voice edizione Belgio. 

A raccontare chi è Matteo è lui stesso sulla sua, seguitissima, pagina Facebook. "Soltanto è un musicista di strada, cantante e autore delle proprie canzoni. Il nome d'arte è nato dal bisogno di Matteo di staccarsi da una ricerca continua e frenetica al di fuori di sé, volta a carriere ed obiettivi di vita che non gli appartenevano. Al centro del proprio percorso umano ed artistico c’era invece la necessità di essere Soltanto se stesso, spogliandosi di ogni resistenza in contrasto con la propria natura".

L'addio al lavoro e la musica in strada

E proprio la sua natura lo ha spinto "nell'estate del 2010, dopo aver conseguito la laurea in Scienze Politiche" a "licenziarsi dalla casa di produzioni cinematografiche per cui lavorava e cominciare la vita del musicista di strada" per iniziare un tour che lo porterà in giro per tutta Europa. 

"Tornato a casa, a partire dalla primavera del 2011, Soltanto comincia a suonare per le strade di Milano. Si fa così conoscere da un numero sempre maggiore di persone. È la primavera del 2012 e Matteo decide d’iniziare un nuovo viaggio: attraversare tutta l'Italia per portare la propria musica alle persone conosciute sul web. Grazie ad un prezioso passaparola i suoi fan lo aiuteranno ad organizzare le trasferte, offrendogli alloggio e supporto organizzativo".

Quindi, ecco la prima svolta: "La conclusione di questo lungo viaggio è la pubblicazione del suo primo album d’inediti, dal titolo Le chiavi di casa mia. Per riuscire a finanziarne la produzione Matteo lancia una campagna di raccolta fondi online, chiedendo a chi lo desidera di supportare il progetto con una donazione. Al di là di qualsiasi previsione, in soli 60 giorni vengono raccolti oltre 10.000 euro e Matteo può finanziare in maniera del tutto indipendente il suo album".

Poi, il resto è storia: la partecipazione a The Voice e la finale, che può scrivere un'altra pagina della sua bellissima vita. 

Nel video, di Andrea Cherchi, uno spezzone di una sua esibizione in Duomo. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento