Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Consiglio comunale, proteste del centrodestra contro piano nuovi luoghi di culto

 

“Dopo un mese e mezzo di dibattito sul piano delle attrezzature religiose, il sindaco e la giunta non hanno mosso una ciglia rispetto alle nostre richieste di eliminare la sanatoria per le moschee abusive esistenti e di valutare più attentamente la localizzazione di quelle future.” Lo ha dichiarato Fabrizio De Pasquale, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale in merito alla discussione sui luoghi di culto previsti dal Piano di Governo del Territorio, avvenuta a Palazzo Marino il 17 gennaio.

“In pratica la sinistra ha voluto discutere prima di moschee che di nuovi quartieri, di nuovi insediamenti produttivi e di nuovi servizi - ha proseguito il capogruppo azzurro -  la priorità per la Milano del 2030, secondo Sala e Maran, sarebbe quindi sanare le moschee e magari raggrupparne due in via Padova piuttosto che disciplinare più seriamente la nomina dei ministri di culto, il finanziamento delle moschee e premiare chi nella comunità islamica ha rispettato le regole”,  ha concluso De Pasquale.

Durante la seduta del 17 gennaio, è stata stralciata dal piano delle attrezzature religiose la futura moschea di via Novara. Il centrodestra ha esultato mentre Alice Arienta (Pd) ha replicato che "non c'era stato interesse su quell'area" da parte delle associazioni religiose che avevano partecipato al tavolo col Comune di Milano. (Immagini MiaNews)

 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento