Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Milano, donne bloccano le auto fuori dalla stazione: "Scusate il disagio, ci stanno ammazzando"

La protesta sabato mattina fuori dalla stazione per annunciare gli scioperi dell'8 e 9 marzo

 

Sabato di protesta per "Non una di meno", il collettivo femminista che da tempo lotta per i diritti delle donne e che sabato mattina si è ritrovato in piazza Duca d'Aosta per iniziare - hanno spiegato - "il countdown verso lo sciopero globale transfemminista dell'8 e 9 marzo".

Dopo aver presentato i numeri delle violenze sulle donne e di genere - "Un bollettino di guerra", lo hanno definito - e aver annunciato i prossimi eventi - corteo l'8 marzo e manifestazione il 9 -, leragazze hanno invaso la carreggiata e hanno bloccato le auto "sperimentando un piccolo assaggio dello sciopero". 

"Scusate il disagio, ci stanno ammazzando", hanno urlato da "Non una di meno". E ancora, con un tamburo a scandire il ritmo: "Siamo il grido altissimo e feroce di tutte quelle donne che più non hanno voce". 

"Ci stanno facendo arrabbiare. Per questo abbiamo bloccato la strada in segno di protesta - hanno fatto sapere dal collettivo -. Se le nostre vite non valgono, noi sciopereremo e fermeremo tutto".
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento