Bicocca, blitz degli studenti contro il ministro Fedeli: scontri con la polizia in università

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Hanno chiesto "riscatto" e "rispetto". E in cambio hanno ricevuto una porta chiusa in faccia e qualche manganellata. 

Martedì pomeriggio di tensione all'università Bicocca di Milano, dove era in corso l'inaugurazione dell'anno accademico alla presenza del ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli, da tempo ormai una nemica giurata per i collettivi studenteschi

Proprio gli studenti, non pochi, hanno sfilato per i corridoi dell'ateneo al grido di "Si studia e si lavora sempre sotto ricatto, basta basta è tempo di riscatto, è tempo di rispetto" e hanno cercato di fare irruzione nell'Aula magna teatro dell'evento. Lì, non sono mancati momenti di tensione con le forze dell'ordine, che hanno respinto i ragazzi e li hanno tenuti fuori dal luogo dell'appuntamento e lontani dal ministro.

Tra spintoni e scontri fisici, i giovani hanno continuato a urlare "Questa è la nostra università", prima di spiegare che "ci troviamo sempre più in difficoltà a garantirci un futuro dignitoso". 

Fallito il "blitz", gli studenti sono usciti in strada dove hanno intonato cori contro l'alternanza scuola lavoro, causa scatenante anche della protesta in Bicocca. I collettivi - che hanno cantato "a lavorare gratis non ci sto" - continuano infatti a contestare la scelta del governo - Fedeli in primis - di obbligare gli alunni delle superiori a partecipare a uno stage lavorativo prima del diploma e martedì avrebbero voluto dirlo di persona al ministro. 

Poco dopo, i ragazzi hanno cercato di entrare nuovamente in università e sono stati respinti dalla polizia in assetto antisommossa, che ha caricato e manganellato i manifestanti. Tutta la zona attorno al palazzo U6 dell'ateneo milanese è stata letteralmente blindata dagli agenti con scudi e caschi. 

Nonostante gli scontri, gli studenti sono riusciti a entrare in università e hanno "assediato" il ministro perché - hanno detto - "chi distrugge i luoghi della cultura pubblica non merita di entrarci". Da lì sono nati altri momenti di tensione con i manifestanti che hanno cercato nuovamente di sfondare il cordone di sicurezza per raggiungere la Fedeli. Alla fine, dopo un lunghissimo tira e molla, i contestatori sono stati fatti passare e sono stati ricevuti dal ministro. 

A quel punto, i giovani le hanno spiegato che non condividono l'idea dell'alternanza scuola lavoro - "un modo per permettere alle grandi aziende di sfruttarci", hanno detto - e le hanno chiesto di raccogliere le loro lamentele. La ministra, dal canto suo, ha invece spiegato che non tutti gli studenti sono d'accordo con i manifestanti e che è comunque pronta a non ignorare le loro richieste. 

Foto: il corteo all'esterno della Bicocca
protesta studenti bicocca-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Video

    Fabrizio Corona, rissa sfiorata davanti alla discoteca: video in esclusiva

  • Video

    Acquista una casa ma è occupata: "Sono disperato, adesso vado io a dormire sotto i ponti"

  • Video

    Mega grandinata a Peschiera Borromeo: strade e tetti imbiancati. Video

  • Video

    Biglietti Atm a 2 euro: cosa ne pensano i milanesi?

Torna su
MilanoToday è in caricamento