Fujitsu abbandona Milano, 200 lavoratori rischiano il licenziamento: "Noi non ci stiamo"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Ingegneri, sviluppatori, tecnici informatici, programmatori, venditori e dirigenti. Centonovantasette persone rischiano di perdere il lavoro, per la chiusura della sede italiana del colosso giapponese Fujitsu, tra le più forti società al mondo per la produzione di sistemi innovativi per l’industria, le comunicazioni, i servizi informatici. 

La notizia, comunicata dall’azienda un mesetto fa attraverso una nota, non ha ancora dato delle risposte concrete ai dipendenti, che continuano a porsi domande sul loro futuro.  

Armati di fischietti, rabbia e della sola forza della propria voce, più di cinquanta lavoratori nella giornata di martedì hanno protestato in piazza San Babila, a Milano, proprio contro questa drammatica situazione: “Noi non ci stiamo”, hanno urlato, ripetutamente.  

Al fianco dei dipendenti di Fujitsu nella mobilitazione anche i sindacati. “Chiediamo al ministro Di Maio di aprire un dialogo di confronto con il management italiano di Fujitsu per trovare subito una soluzione per queste centonovantasette persone - ha dichiarato Cristian Gambarelli, segretario generale di Fim-Cisl Milano metropoli - come può un uomo o una donna di 50 anni ricollocarsi facilmente nel mondo del lavoro? Al momento, secondo me - ha proseguito Gambarelli - le soluzioni ottimali potrebbero essere due: che il colosso giapponese decida di investire ancora nel nostro Paese o che il ministero dello Sviluppo Economico attivi altre multinazionali del settore ad assorbire tutte le attività e tutti i dipendenti”.  

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (12)

  • semplicemente li lasceranno a casa...ma il governo dovrebbe essere più incisivo...se me li lasci a casa in Italia non vendi più un prodotto...

    • Fujitsu ormai non è più interessata alla gestione diretta, esce di scena e al suo posto subentrano concessionari. Tutto qui.

  • Solidarietà per i lavoratori

  • Auguri sinceri a Loro, per la stessa ragione, tre anni fa ho lasciato l'Italia all'alba dei 60 anni. Con il senno di poi, viste anche le tutele ai lavoratori, ora dico, avrei dovuto farlo prima. Non auguro a Loro di doverlo fare come me, non tutti possono,ma, può essere una soluzione.

  • Solidarietà ai lavoratori Fujitsu

  • In bocca al lupo. Spero si trovi una soluzione positiva.

  • "Noi non ci stiamo" Epitaffio del posto fisso che non è piu' fisso.

  • Purtroppo con la potenza che ha il nostro governo, i lavoratori in queste situazioni hanno il destino segnato!

    • Nessun governo di nessun tipo,colore o forma, ha mai potuto nulla contro Multinazionali come quella.

      • Beh gli Usa spesso ce la fanno quando osano delocalizzare, ma loro sono loro noi non siamo un c...o!!

        • . .già, appunto

    • ah, perché con quelli di prima invece i lavoratori non venivano licenziati? Anzi.

Potrebbe Interessarti

  • Video

    Video grandine a Milano, diversi allagamenti: Seveso e Lambro monitorati

  • Video

    Grandinata nel Milanese: le strade sembrano piene di neve, il video del temporale

  • Video

    Salvini visita gli Alpini a Milano ma alcuni si ribellano e urlano: "Vai a lavorare". Il video

  • Video

    Inno d'Italia e alzabandiera in piazza Duomo: parte ufficialmente l'Adunata degli Alpini. Video

Torna su
MilanoToday è in caricamento