Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Milano, scoperto un fortino della droga a Giambellino: a tradire il pusher i 9 cani che teneva in casa

Gli inquirenti sono entrati nell'appartamento dopo l'intervento del 118, chiamato perché uno degli animali aveva morso la compagna dell'uomo

 

Lo chiamavano “lo Zio”, il pusher arrestato lunedì dalla Polizia di Stato nel cosiddetto Quadrilatero ALER di Giambellino, a Milano. Cittadino italiano di 45 anni, l’uomo gestiva un vero e proprio fortino della droga presso la propria abitazione, dove in seguito a una perquisizione gli agenti del commissariato Lorenteggio hanno rinvenuto e sequestrato circa 700 grammi di hashish, 800 euro in contanti e un quaderno con la contabilità delle vendite.

A tradire il pusher sarebbero stati i nove cani che l’uomo teneva in appartamento e che avrebbero morso la compagna costringendolo a chiedere l’intervento del 118. Ed è proprio sfruttando l’intervento dei paramedici che gli agenti della squadra investigativa hanno colto l’occasione per entrare in casa dello spacciatore, rinvenendo la scorta di sostanza stupefacente.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento