Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Milano, protesta in via Ripamonti: "Ridateci le fermate del tram, gli anziani non possono più fare la spesa"

Lo scorso giugno il Comune ha soppresso lo stop del 24 e del 34 all'altezza di 'Barletta/Gallura' perché le banchine non erano accessibili ai disabili, ma i residenti non ci stanno e chiedono di ripristinarle

 

Residenti in rivolta in via Ripamonti dopo la soppressione delle fermate del tram 24 e del bus 34 all'altezza dello stop 'Barletta/Gallura'. Una fermata 'storica' e frequentatissima, spiegano alcuni abitanti del quartiere, perché in questa parte della via ci sono la scuola, la palestra e le case popolari nelle quali abitano molti anziani. 

Il comitato, guidato dal consigliere di zona 5 Fabrizio D'Angelo, chiede al Comune e all'Atm di ripristinare la fermata, soppressa perché giudicata inaccessibile ai disabili in seguito a una causa legale nei confronti dell'Amministrazione. "Invitiamo il sindaco Sala e l'assessore alla Mobilità Granelli a venire qui in Ripamonti - dicono i membri del comitato - Capiranno da sé che questa fermata era strategica per tutta Ripamonti".

A pesare sono soprattutto le condizioni di salute di molti residenti pensionati delle case popolari, ma anche il traffico e la sicurezza dei pedoni in attraversamento. "Ora molti anziani soli hanno difficoltà a trasportare le borse della spesa e persino il traffico ne sta risentendo, perché le fermate sono state spostate in punti in cui quando il tram è fermo si crea immediatamente un ingorgo. Anche la sicurezza stradale della via è peggiorata, ci sono più incidenti e passano troppi mezzi pesanti. Spesso le persone rischiano di essere investite, ma nonostante le nostre ripetute petizioni in merito non abbiamo mai avuto risposta dal Comune".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento