Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Milano, allarme sindacati sulla sanità: "Dalla Regione forte ridimensionamento dei reparti neonatale"

Secondo la denuncia dei rappresentanti Fials nel 2020 ci saranno tagli e persino chiusure di reparti al Sacco e al Macedonio Melloni: "Mascherano la carenza di personale con l'accorpamento dei reparti"

 

Chiusura del reparto di ostetricia dell'ospedale Sacco e accorpamento di altri reparti neonatale presso l'istituto Buzzi. Sarebbe questo, secondo la denuncia del sindacato Fials, il piano della regione Lombardia per ridimensionare e razionalizzare le risorse ospedaliere del territorio di Milano, piano che avrebbe già messo sugli scudi numerose mamme che hanno prontamente fatto una petizione online per evitare la chiusura dei reparti dedicati ai più piccoli.

"Si tratta di un disagio per gli utenti - spiega il segretario della Fials Milano, Vincenzo De Martino - In realtà si vuole mascherare la cronica carenza di personale negli ospedali giustificandola con una razionalizzazione dei reparti. La verità è che a causa dei continui tagli al personale ora la sanità neonatale a Milano rischia di subire un brutto colpo, come pure alcuni servizi essenziali per gli adulti, come quello di pronto soccorso al Macedonio Melloni, che probabilmente potrebbe essere soppresso".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento