Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Merce contraffatta per 800 mila euro, oltre 40 km di luci di natale. Il blitz della Locale

 

Merce contraffatta e pericolosa: luminarie, cappellini, giocattoli, attrezzatura elettronica. Il Nucleo Antiabusivismo della Polizia Locale, in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane e la Camera di Commercio di Milano - Monza Brianza, in due distinte operazioni ha sequestrato merce per un valore di 800 mila euro.

Un colpo importante che segna la presenza sul territorio delle autorità locali. Due interventi repressivi di considerevole entità eseguiti il 25 ottobre e il 19 dicembre scorso in zona Paolo Sarpi e sul territorio del Comune di Trezzano sul Naviglio, dove sono stati trovati dei depositi di stoccaggio della merce proveniente dai paesi del sud est asiatico.

Durante le operazioni sono stati perquisiti esercizi commerciali e magazzini ed è stato trovato e sequestrato un ingente quantitativo di merce non regolare per un valore commerciale complessivo di circa 800mila euro.

In particolare si è proceduto al sequestro di oltre 135 mila tra luminarie natalizie, per circa 40 km di catene luminose, trasformatori e lampadine, 28 mila cappellini di Babbo Natale con stelle lampeggianti non a norma.

Sono stati posti sotto sequestro anche 6400 giocattoli privi dei requisiti di sicurezza previsti dalla normativa europea e di etichettatura, 146 mila batterie e accumulatori importate illegalmente in quanto non registrate presso la Camera di Commercio e prive del simbolo del riciclo e di indicazioni relative ai metalli contenuti (Cadmio, piombo, mercurio), oltre a 200 alberi di Natale dotati di cavi e prese elettriche di spessore non conforme alle direttive europee e realizzati con materiale ad alto rischio di infiammabilità e 382 Lampade UV per asciugatura smalto unghie classificate in Rapex come prodotto pericoloso a livello europeo.

I titolari delle attività commerciali sono stati denunciati per contraffazione, ricettazione, frode in commercio e immissione sul mercato di giocattoli privi del marchio CE. In totale, a loro carico, sono state comminate sanzioni amministrative per circa 80 mila euro.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento