Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Milano, esondazioni del Seveso: ecco come si potrebbero evitare

Nel terzo episodio del reportage di Milano Today sugli allagamenti causati dal torrente, ecco spiegato come si potrebbero evitare le fuoriuscite d'acqua nei quartieri Niguarda e Ca' Granda. Ma sulle vasche di laminazione è scontro tra città e provincia

 

Dopo aver indagato sugli effetti e sulle cause delle disastrose fuoriuscite del Seveso nei quartieri Niguarda e Ca' Granda, nel terzo episodio del reportage di Milano Today sulle esondazioni del torrente andiamo alla ricerca delle soluzioni a un problema che affligge la città e l'hinterland da ormai oltre 50 anni.

A spiegare ai nostri microfoni quali sono le due principali strategie per contenere la furia del fiume è stavolta l'assessore ai Lavori pubblici del Comune di Milano Marco Granelli, che in una lunga intervista illustra il funzionamento del cosiddetto "Canale scolmatore nord-ovest" e delle "Vasche di laminazione", le aree di raccolta nelle quali "parcheggiare" temporaneamente una parte dell'acqua proveniente dal Seveso evitando così un afflusso troppo grande nei canali di Milano.

Un progetto, quello delle vasche, che tuttavia scontenta molti abitanti dei comuni a nord della città, contrari alla loro realizzazione a tal punto da ricorrere al giudizio del tribunale. Particolarmente spinosa, in questo senso, è la posizione dell'amministrazione di Bresso e del comitato cittadino formato dagli abitanti del super condominio "Campo giochi": "Perché, se il problema è a Milano - si chiede l'amministratrice del comitato Rosa Iaquinandi - la soluzione deve ricadere sul nostro comune? Realizzare le vasche di laminazione significa creare uno stagno d'acqua inquinata a pochissimi metri dalle abitazioni, e questo per noi non è accettabile".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento