Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Acquista una casa ma è occupata: "Sono disperato, adesso vado io a dormire sotto i ponti"

 

E' diventata una questione sociale. Diritto alla casa, diritto alla proprietà, diritti negati. Da oltre un anno il legittimo proprietario di una abitazione in zona Affori non riesce ad entrare in casa sua. Ogni mese si presente l'avvocato, si presenta la polizia e si presentano i centri sociali. Ognuno col suo ruolo, ognuno con le sue ragioni.

Dentro c'è una mamma e un bambino, fin quando non gli verrà assegnata una abitazione diventa difficile eseguire lo sfratto. E poi c'è chi ha investito soldi, parecchi soldi per acquistare un bene di cui oggi, trascorso un anno, non ne ha ancora la disponibilità. "Sono disperato, la banca mi chiede puntualmente le rate del mutuo, devo pagare ogni mese tasse e condominio. Non posso affittarla, non posso abitarci. E' una situazione davvero incomprensibile".

Così il signor Andrea si sfoga ai nostri microfoni, non sa più a chi appellarsi e non riesce a trovare una via d'uscita. "E' stato tutto rinviato al prossimo mese, e il prossimo mese non cambierà nulla". Ci torneremo anche noi, vedremo se ancora una volta tutto resterà immutato.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento