Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Scudi e manganelli: la polizia sgombera il residence per famiglia in difficoltà "Aldo Dice"

 

È durata tre giorni la nuova occupazione di "Aldo Dice 26x1". Alle 7 di martedì mattina, infatti, decine e decine di poliziotti in tenuta antisommossa si sono presentati in piazza Don Mapelli a Sesto San Giovanni per sgomberare l'ex Alitalia, dove il residence sociale era tornato a distanza di oltre due anni

La struttura, dove "Aldo Dice" era nato, era stata "conquistata" nella notte di domenica da un centinaio di persone che avevano decido di tornare nella loro prima casa dopo lo sgombero del 2016

Il questore di Milano Marcello Cardona - hanno fatto sapere da via Fatebenefratelli - ha deciso il blitz dopo l'incontro del pomeriggio di lunedì in sede di comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica svoltosi in prefettura.

Il residence sociale Aldo dice 26x1, dopo avere abbandonato l'edificio di via Oglio 8 zona Corvetto in seguito ad accordi con il Comune di Milano, si era stabilito - di nuovo - nell'ex sede di Alitalia dopo che, per un giorno, gli attivisti avevano occupato una struttura abbandonata in via Medici del Vascello a Milano, tra Rogoredo e Corvetto. Una struttura, però, a loro stesso dire troppo malandata per essere riutilizzata per alloggiare persone - si tratta di quasi 190 donne, bimbi e uomini - in gravissime condizioni di indigenza e senza un'abitazione.

Di qui la decisione di "riprendersi" la prima sede, a Sesto, che dopo lo sgombero di giugno 2016 è rimasta, per tutto questo tempo, lasciata a se stessa. Martedì mattina, però, è arrivato il nuovo blitz e le oltre 180 persone che avevano trovato casa da "Aldo Dice" sono ancora una volta in strada. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento