"Alchimia estetica": mostra personale di Nadia Fanelli presso la Galleria d'Arte Contemporanea Statuto13

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

"Alchimia estetica" mostra personale d'arte di Nadia Fanelli, a cura di Massimiliano Bisazza e Carla Zucchi.
Opening: 26 novembre 2014 dalle h 18,30 alle h 21,00, in mostra fino al 9 dicembre 2014 mattino presso la Galleria d'Arte Contemporanea Statuto13, via Statuto, 13 (corte int.) - 20121 Milano.

Nadia Fanelli ben si pone sia nell'ambito Arts and Crafts che in quello delle Arti Liberali e per lei "l'Art est pour l'Art". L'Arte è un concetto ampio che racchiude ogni possibile forma espressiva e tecnica, purché giunga alle sue finalità: estetico - filosofiche, tecnico-artistiche, storiche, sociali. I suoi lavori spaziano dalla pittura su tela ai vasi, ai piatti, dove ama cimentarsi nell'uso dell'oro - simbolo di purezza elegiaca - e alla porcellana (ma non solo) come si trattasse di una magica alchimia onnicomprensiva.

La sua arte tende verso una risoluzione emotiva, visiva e quasi consolatoria; mai sconvolgente o provocatoria. Trionfa l'estetica, il concetto del bello non con intendimento superficiale ma come ricerca, come indagine e come elogio alla leggerezza in una società dove imperversano le brutture artistiche quanto quelle umane. Decontestualizzando ciò che è figurativo e quanto può apparire astratto, in una palese mescolanza di stili, tecniche e colori ci guida per mano nel suo mondo pacificatorio e tranquillo.

Le creazioni essenzialmente originali, pezzi unici, molto raffinati, sofisticati e fatti esclusivamente a mano dove esalta l'oro, attraverso le tecniche più avanzate fanno emergere nell' artista un indiscusso talento. Ma passione e sentimento sono anche i sigilli della sicura appartenenza del territorio dell' arte ed è qui in Statuto13, Milano, che approda in una mostra personale Nadia Fanelli con pezzi mai esposti prima e offrendo alla visone un percorso autentico dalle prime mostre.

Torna su
MilanoToday è in caricamento