Archindependence day, i progetti del nuovo duomo dopo l'attacco alieno

Il contest d'architettura che ha riprogettato quattro monumenti italiani ha pubblicato le tavole dei finalisti. Per votarli on line c'è tempo fino al 19 marzo 2019

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Sono stati consegnati lo scorso 31 dicembre 2018 i progetti di "Archindependence Day", il concorso di architettura che ha provato a riprogettare i monumenti simbolo di quattro città italiane: Genova, Pisa, Roma e Milano. Il bando era stato lanciato a gennaio 2018 con un trailer video per spiegare al meglio l'idea: un fantomatico attacco alieno diventa lo spunto per poter riprogettare i simboli intoccabili ma soprattutto per sensibilizzare professionisti e non riguardo il ruolo, non solo economico ma soprattutto culturale e sociale, che questi luoghi rivestono. I finalisti milanesi potranno essere votati on line fino a martedì 19 marzo 2019 sul sito del Disordine degli Architetti, per stilare una classifica che sarà integrata con quella dalla giuria di qualità (che si può consultare qui) dando vita alla graduatoria finale. I partecipanti dovevano progettare una chiesa policonfessionale al posto del Duomo, le soluzioni proposte sono un mix di avanguardia e fantasy. L'idea è nata dal Disordine degli Architetti, associazione culturale e magazine on line (www.disordinedegliarchitetti.com) che sviscera il tema dell'architettura nei suoi lati meno convenzionali. Un progetto di due architetti genovesi, Chiara Giolito ed Eugenio Cappetti, che ha raccolto migliaia di iscritti sui social e lanciato rubriche che sono già diventate appuntamento fisso per gli apassionati di architettura in tutta Italia. Dalle vignette dissacranti alle citazioni passando per l'Archi World Cup 2018, articoli, raccolte fotografiche ed il gettonato "Archi Gossip", la rubrica che si finge giornale patinato per parlare di storia dell'architettura in una chiave più spensierata.

Torna su
MilanoToday è in caricamento