rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Attualità

Dall'idea di un ex detenuto nasce il '41 bus' per andare a trovare i familiari in carcere

Il progetto è stato ideato dal giovane Bruno Palamara

Si chiama '41 bus' ed è il servizio che permetterà di visitare più facilmente i propri familiari in carcere. Il progetto, ideato dall'ex detenuto Bruno Palamara, prenderà il via nelle prossime settimane a Opera (Milano) e Voghera (Pavia), ma potrebbe estendersi al resto d'Italia.

L'idea alla base del bus, ha spiegato Beatrice Saldarini, avvocato di Palamara, è consentire ai parenti di chi è in prigione, tra cui molti bambini e donne, di poter raggiungere senza difficoltà gli istituti penitenziari, che spesso sono fuori città. L'ex detenuto ha pensato di realizzare 41 bus quando era ancora in cella, rendendosi conto di quanto i colloqui con i propri cari rappresentino un momento importantissimo per chi vive in carcere.

Tornato in libertà, Palamara ha trovato degli sponsor per dare vita al suo progetto, crenado un'app con cui poter prenotare il viaggio dalla propria abitazione fino al carcere, a un costo contenutoe tenendo conto degli orari previsti per le visite. Il piano, ora, è creare una serie di navette che si spostino tra stazioni, aeroporti e case di reclusione. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'idea di un ex detenuto nasce il '41 bus' per andare a trovare i familiari in carcere

MilanoToday è in caricamento