rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Attualità

Abbonamenti "solo treno", la Regione assicura: «Nessun aumento per i pendolari»

Dopo le polemiche (i nuovi abbonamenti integrati costano, ovviamente, di più dei "solo treno" che Trenord non potrebbe più vendere) la soluzione, per il momento annunciata

Pericolo scampato sui possibili aumenti degli abbonamenti per i pendolari che usano soltanto il treno: la Regione Lombardia fa sapere di avere dato mandato a Trenord per evitare questa conseguenza dell'integrazione tariffaria.

Spieghiamo. Dal 15 luglio, come è noto, il biglietto del trasporto urbano milanese è aumentato a 2 euro. In realtà questo è soltanto un piccolo "dettaglio" di un provvedimento di ben più ampio respiro, l'integrazione tariffaria tra mezzi pubblici di diverse compagnie di trasporto nell'area milanese e brianzola. All'integrazione, all'ultimo momento, ha aderito anche Trenord, con i treni che quindi si vanno a "integrare" nella tariffa di trasporto. In pratica, con un biglietto o abbonamento si possono usare i treni e/o i mezzi pubblici.

Le nuove tariffe: la guida completa

Trenord non ha ancora iniziato a vendere questi titoli di viaggio (lo farà tra poco). Nel frattempo, però, si è saputo che l'azienda ferroviaria non avrebbe più potuto vendere gli abbonamenti "solo treno", che chiaramente costano meno dei futuri abbonamenti integrati (mentre per chi già usufruiva sia del treno sia dei mezzi pubblici, gli abbonamenti integrati converranno, e anche di parecchio).

La notizia che gli abbonamenti "solo treno" sarebbero stati cancellati ha fatto infuriare i pendolari, o almeno coloro che non usano anche i mezzi pubblici. Ora arrivano le rassicurazioni da Palazzo Lombardia: l'assessore ai trasporti Claudia Maria Terzi ha assicurato che Trenord attuerà "meccanismi compensativi" che copriranno integralmente i rincari per i pendolari che continueranno a utilizzare solo il treno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbonamenti "solo treno", la Regione assicura: «Nessun aumento per i pendolari»

MilanoToday è in caricamento