menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Abbonamenti Atm: 50 euro per i disoccupati, via i limiti di orario per gli anziani

Approvati gli sconti sugli abbonamenti in vista del rincaro del biglietto, che passerà a 2 euro

Gli anziani potranno viaggiare sui mezzi pubblici di Milano con uno sconto significativo sull'abbonamento senza badare alle fasce orarie o al tipo di mezzo utilizzato, metrò o di superficie. Lo ha stabilito il consiglio comunale approvando all'unanimità un emendamento di Basilio Rizzo (lista Milano in Comune) che modifica sensibilmente le caratteristiche dell'abbonamento Off Peak, nell'ambito della discussione sulla delibera per aumentare a 2 euro il biglietto ordinario di Atm. Aumento previsto il 15 luglio 2019.

Gli abbonamenti mensili e annuali per gli over 65 non avranno più, come condizione, di viaggiare dopo le 9.30 del mattino nei giorni feriali (mentre già oggi, il sabato e la domenica, non ci sono limitazioni di orario). Il limite temorale decade anche per i giorni festivi e prefestivi. Lo sconto viene quindi esteso in maniera illimitata e anche in metropolitana, mentre la giunta chiedeva che venisse eliminato il limite delle 9.30 solo sui mezzi di superficie.

Tariffa ridotta per famiglie con 3 figli 

Non è l'unico provvedimento approvato martedì 25 giugno dal consiglio comunale. C'è anche la gratuità dei viaggi per gli animali di qualunque taglia e senza limitazioni di orario, anch'essa decisa con voto unanime. Approvata poi una agevolazione per le famiglie numerose, proposta dal Partito Democratico col sostegno anche di Massimiliano Bastoni (Lega), del Movimento 5 Stelle e di Basilio Rizzo (Milano in Comune). La proposta prevede che, per beneficiare della riduzione dell'abbonamento annuale a 165 euro, il nucleo familiare debba essere composto da una coppia di genitori con tre figli a carico anziché quattro. Inclusi anche eventuali figli affidatari.

Disoccupati e detenuti, abbonamento a 50 euro

Ancora, i disoccupati da almeno 24 mesi (e non più 36 mesi) e i detenuti di tutti gli istituti carcerari di Milano (che si recano in città per motivi di studio o lavoro) potranno viaggiare sui mezzi con un abbonamento annuale ridotto a 50 euro. Per quanto riguarda i disoccupati, la riduzione del limite temporale è stata approvata con un emendamento di Angelo Turco (Pd), mentre l'esenzione calcolata in base alla dichiarazione Isee è aumentata a 16.900 euro annui (anziché 16 mila).

50 euro, si diceva, anche per i detenuti. «I permessi di cui godono, per lavoro o studio, aiutano ad abbattere la recidiva e quindi a vivere più sicuri. Ne beneficia tutta la collettività. Queste persone sono a tutti gli effetti milanesi e le agevolazioni devono essere pensate anche per loro, che si trovano in una condizione oggettiva di difficoltà», ha spiegato Anita Pirovano (Milano Progressista) che ha presentato l'emendamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento