Attualità

La patina biancastra sulle acque del canale Villoresi non è dovuta all'inquinamento

Il Consorzio Est Ticino-Villoresi, dopo aver ricevuto le analisi dell'Arpa, ha spiegato che si tratta di una sostanza emessa da alcune alghe

Nessun allarme inquinamento: la patina biancastra che è comparsa nei giorni scorsi sulle acque del Villoresi è dovuta alle alghe. Lo ha chiarito con un comunicato il Consorzio Est Ticino-Villoresi, ente che si occupa del canale, nella giornata di venerdì 21 maggio.

Nei giorni scorsi sia il sindaco di Robecchetto con Induno che alcuni tra cittadini e agricoltori avevano segnalato la presenza nelle acque della rete derivata del Canale Villoresi, nel Castanese, di una patina biancastra, che aveva subito destato diverse preoccupazioni. Erano scattati i campionamenti e nelle ultime ore è arrivato l'esito degli accertamenti svolti da Arpa: le analisi — hanno precisato dal Consorzio Etv — hanno completamente fugato ogni dubbio circa la natura di quanto segnalato, si tratta di alghe unicellulari che colonizzano gli ambienti di acqua dolce.

"L’acqua che viene derivata dalla Diga del Panperduto e che viene immessa nel Canale Villoresi e nei Navigli è del tutto pulita — ha ribadito il presidente Alessandro Folli —; siamo sempre attenti a monitorarne la qualità, consapevoli che proprio da questa acqua dipende il successo dell’agricoltura lombarda".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La patina biancastra sulle acque del canale Villoresi non è dovuta all'inquinamento

MilanoToday è in caricamento