Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità Affori / Via Ernesto Teodoro Moneta

Viabilità, "rivoluzione ad Affori meno traffico e pedoni più tutelati"

"Come previsto sono stati realizzati i marciapiedi in via Moneta", ha annunciato l'assessore comunale alla Mobilità Marco Granelli

Nuovi marciapiedi e semafori per smaltire il traffico e tutelare maggiormente i pedoni. È l'intervento nel quartiere di Affori annunciato sui social dall'assessore alla Mobilità e ai Lavori pubblici del Comune di Milano, Marco Granelli.

"Come previsto - si legge in un post dell'assessore - sono stati realizzati i marciapiedi in via Moneta, necessari per maggiore sicurezza stradale in un quartiere che cambia. Con il senso unico è diminuito il traffico che rendeva via Zanoli una camera a gas. Gli interventi dovranno proseguire con via Vochieri. Nel frattempo con i nuovi schemi di traffico, ho chiesto ai miei uffici di rivedere tutta la situazione di via Pellegrino Rossi e Alessandro Astesani soprattutto nei tre incroci con viale Affori, Zanoli-Astesani-Brusuglio-Rossi e Rossi-Cavalletto-Grioli".

"Con i flussi di traffico e pedonali definiremo un progetto di rivisitazione complessiva dei tempi semafori e di maggiore tutela dei pedoni - continua Granelli -, progetto che appena sarà predisposto presenterò al Municipio 9 e ai cittadini, per poi realizzarlo. Intanto quando ripartiranno le telecamere di area B si potrà riprendere la riduzione delle auto in ingresso città: prima del covid con area B i transiti erano diminuiti del 15%, aiutandoci ad avere meno traffico. Ora che il trasporto pubblico può ospitare in sicurezza persone in più dobbiamo ridurre il traffico di auto private, anche ad Affori".

Nuove zone 30 e pedonali in città

Progetti per dare maggiore spazio ai pedoni a Milano sono in programma anche in piazza Cordusio e in zona Bocconi. Lo scorso luglio, inoltre, la Giunta comunale aveva stabilito tre nuove aree pedonali temporanee: fino al termine del periodo emergenziale (a oggi fissato al 31 ottobre), sarà vietato l'accesso alle auto all'intersezione tra via Laghetto e via della Signora, all'intersezione tra via Varese e Largo La Foppa e nel tratto di controviale a fondo cieco di via Molino delle Armi, immediatamente a est di piazza Vetra. Attraverso apposite ordinanze, inoltre, era stato fissato il limite di 30 km/h in diverse aree della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viabilità, "rivoluzione ad Affori meno traffico e pedoni più tutelati"

MilanoToday è in caricamento