menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Convention (da Pxfuel)

Convention (da Pxfuel)

"Noi steward e hostess vittime di agenzie fantasma che non pagano": la denuncia

A sfogarsi è J.M., un ragazzo che ha svolto più lavori per la stessa agenzia, ma a distanza di un anno non ha ancora ricevuto il compenso che gli spetta

"Ho lavorato a Milano per conto dell'agenzia Bi Events come assistente concorsuale e come molti miei colleghi non sono stato pagato". Inizia così lo sfogo di un giovane steward per congressi e concorsi, che a MilanoToday racconta l'ingiustizia subita in attesa che la procedura dell'ispettorato del lavoro faccia il suo corso.

Bi Events-2

I fatti risalgono al 2019 quando, a settembre, il ragazzo ha prestato servizio come steward concorsuale ad Assago. "A quasi un anno di distanza l'agenzia non mi ha ancora pagato - afferma con amarezza -. Avevo fatto anche altri due lavori, sempre per loro, a Sestri Levante e Torino. Ma anche per questi non ho ricevuto nemmeno un euro. Io mi fidavo perché in passato aveva già collaborato in maniera continuativa con loro e tutto era andato bene, ma l'ultima volta non è stato così". L'agenzia, che MilanoToday ha provato a contattare, non risulta rintracciabile (cercando il loro sito appare una pagina completamente bianca).

Purtroppo la storia di questo giovane steward è quella vissuta da tanti altri ragazzi che lavorano per conto di agenzie eventi e, quando va bene, devono aspettare il bonifico a 60, 75 o persino 90 giorni; quando invece va male il pagamento non arriva proprio. "Avevo ricevuto i soldi di un lavoro fatto a maggio a novembre - racconta J.M. - Poi dopo gli ultimi tre servizi del 2019 ho provato a sollecitarli. All'inizio dicevano 'non ti preoccupare, arriverà', poi hanno smesso di rispondere e sono spariti. A quel punto ho fatto denuncia all'Ispettorato del lavoro che li ha convocati, ma loro non si sono fatti vedere".

J.M e i suoi colleghi che non hanno ricevuto l'atteso compenso, hanno deciso di denunciare questa situazione, non solo per avere la paga che gli spetta - nel caso del ragazzo circa 260 euro - ma anche e soprattutto per evitare che altri finiscano per subire lo stesso sopruso. Anche perché rivolgersi a un legale per un ragazzo che svolge lavori saltuari risulta troppo costoso, così le agenzie inadempienti, spesso, rimangono del tutto impunite. "Non vogliamo che altri ci caschino come noi - afferma il giovane -, anche perché siamo venuti a sapere che questa agenzia ha diversi alias e opera in molte città italiane".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fedez ha asfaltato i consiglieri leghisti Lepore e Bastoni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento