Via Bassini, la procura 'salva' gli ultimi due cedri: "Grande Vittoria"

Ad annunciarlo Michele Sacerdoti, ex consigliere di zona 3 e membro del Comitato Salviamo il Parco Bassini

"Alle 17.12 vengono sequestrati i cedri di via Bassini". Con queste parole Michele Sacerdoti, ex consigliere di zona 3 e membro del Comitato Salviamo il Parco Bassini ha annunciato su Facebook lo stop all'abbattimento dei due alberi, dopo che il comitato di cittadini e ricercatori ha presentato un esposto alla procura della Repubblica, contro il Politecnico.

In via Bassini spunta una panchina verde

La richiesta presentata, come spiegato da Sacerdoti, era quella di far sì che gli alberi venissero "trapiantati in condizioni di sicurezza". E in seguito all'esposto la procura ha deciso di sequestrare gli ultimi due cedri, tanto che nella giornata di giovedì 13 febbraio la polizia ha recintato le due piante. 

Il commento: "Grande vittoria e soddisfazione"

"Questa è una vittoria per il Comitato Bassini - ha dichiarato l'ex consigliere di zona 3. È una grande soddisfazione soprattutto perché si tratta di due cedri che avevano almeno 50 anni". Sulla vicenda è intervenuto anche Carlo Monguzzi, consigliere comunale del Pd e presidente della commissione Politiche ambientali:"Il sequestro riguarda un particolare piccolo, ma è un segnale di attenzione per una cosa come i 55 alberi e il consumo di suolo, che è veramente sbagliata. E fa tristezza che a intervenire per prima sia la magistratura e non il mio Comune. Domani Resta porterà i suoi periti in Tribunale, poi magari domani i periti ci diranno che va tutto bene, ma per ironia gli alberi cominciano a difendersi".

"Simbolo della nostra protesta di cittadini consapevoli - hanno scritto i militanti di Salviamo Parco Bassini - saranno i due cedri rimasti, mutilati ma ancora vivi". Intanto sulla pagina Facebook Milano in Comune si legge: "Oggi hanno iniziato a demolire gli ultimi due grandi cedri del parco Bassini. Nonostante le minacce della Digos la mobilitazione del Comitato del parco Bassini ha ottenuto la sospensione dei lavori per una verifica della pratica agronomica che deve accompagnare ogni trapianto. Il Comitato ha anche invaso l'ufficio del rettore Resta chiedendo al Politecnico di esibire la documentazione. Il rettore Resta non ha voluto consegnare la relazione al comitato, che però nel frattempo aveva fatto un esposto alla magistratura, per 'danneggiamento aggravato di bene pubblico'. Questo pomeriggio il colpo di scena. Il magistrato Fusco ha ordinato il sequestro dei due cedri. Ora la magistratura farà le verifiche che l'assessore Maran, complice di questa tentata distruzione di un bene pubblico essenziale, non ha voluto fare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

Torna su
MilanoToday è in caricamento