menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alice Brignoli

Alice Brignoli

Terrorismo, arrestata in Siria (e rimpatriata) Alice Brignoli, 'la mamma dell'Isis'

La donna avrebbe ricoperto un ruolo attivo nell'educare i figli alla jihad

È stata arrestata in Siria e rimpatriata insieme ai tre figli minori Alice Brignoli, la donna lombarda che nel febbraio 2015 insieme al marito Mohamed Koraichi, italiano di origine marocchina, e ai suoi bambini (che all'epoca avevano 6,4 e 2 anni) aveva lasciato l'Italia e raggiunto i territori occupati dell'autoproclamato e sedicente 'Stato islamico'.

L'arresto per terrorismo internazionale

Ad arrestare la donna, indagata per il delitto di associazione con finalità di terrorismo internazionale, i carabinieri del Ros, che dopo averla rintracciata in Siria hanno individuato anche i figli, per poi rimpatriare tutti e quattro. Il provvedimento cautelare nei confronti della donna è stato emesso dal Gip di Milano su richiesta della Sezione Distrettuale Antiterrorismo della Procura della Repubblica milanese.

In base a quanto emerso dalle indagini, condotte con la collaborazione della polizia bulgara e di quella olandese, Brignoli e il marito, residenti nel Lecchese, avevano abbracciato la causa dell'Isis e in particolare Koraichi una volta in Siria dopo alcuni corsi di addestramento aveva preso parte alle operazioni militari del Califfato, rendendosi anche disponibile al martirio, mentre Brignoli educava i figli piccoli alla jihad. La famiglia era arrivata nel territorio dell'Is in auto e traghetto, dopo aver attraversato Ungheria, Bulgaria e Turchia.

Koraichi, inoltre, all'interno dell’organizzazione terroristica, era in grado di intercedere affinché lo Stato Islamico formalizzasse la così detta “tazkia”, ossia l’autorizzazione a raggiungere i territori dello Stato Islamico, in favore di due persone Moutarrik Abderrahim e Khachia Abderrahame, che aveva contribuito a radicalizzare e arruolare, "determinandoli anche a condurre azioni terroristiche in territorio italiano", come si legge in una nota del Ros. Dopo la sconfitta del Califfato e la disgregazione del suo territorio, Alice Brignoli era stata catturata dalle forze curde e portata al campo profughi di Al-Hol, insieme ai figli. Dopo l'arresto si è detta felice di rientrare. Il marito invece è morto in Siria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento