rotate-mobile
Attualità

Ambrogini, la "mamma del Leoncavallo" Carmen De Min sarà tra i candidati

Vengono 'rivelate' le prime candidature al riconoscimento. E quella di De Min crea polemica

Come ogni anno vengono annunciate alla spicciolata alcune candidature agli Ambrogini d'Oro, che i consiglieri comunali avanzano in vista della cerimonia di Sant'Ambrogio. Una speciale commissione consiliare, formata dai capigruppo e dall'ufficio di presidenza, sceglierà poi i nomi da premiare. 

Una delle candidature già emerse è quella per l'Accademia Scherma Milano: è presentata da Alessandro Giungi (presidente della commissione olimpiadi) e Angelica Vasile (presidente della commissione sport), consiglieri del Partito democratico. Si tratta dell'associazione di scherma con più tesserati disabili d'Italia, tra persone in carrozzina e ipovedenti.

Candidata la "mamma del Leoncavallo"

Il capogruppo di Fratelli d'Italia, Riccardo Truppo, proporrà invece la "tavola dei cavalieri campani", un'associazione di milanesi di origine campana "molto attiva - spiega - in ambito sociale e culturale". Si annuncia subito divisiva, infine, la candidatura alla memoria per Carmen De Min, una delle fondatrici dell'associazione mamme del Leoncavallo, scomparsa nel mese di febbraio del 2022. Verrà avanzata dal capogruppo di Europa Verde Carlo Monguzzi. "E' stata una donna meravigliosa, chi andava a chiederle aiuto trovava sempre la porta aperta", spiega l'esponente ecologista: "Candido la persona, non il Leoncavallo". Dalla Lega, Samuele Piscina replica ponendo l'accento proprio sul centro sociale: "Per anni ha portato avanti violenze e occupazioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambrogini, la "mamma del Leoncavallo" Carmen De Min sarà tra i candidati

MilanoToday è in caricamento