rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Attualità Quinto Romano / Via Sergio Tofano

Le famiglie "prigioniere" in casa propria

In via Tofano, case Mm, situazione al limite: ascensori fermi e anziani e disabili costretti a restare in casa

Anziani obbligati a limitare al minimo le uscite dalla propria abitazione. Disabili costretti a chiamare l'ambulanza solo per arrivare al piano terra. Sono praticamente sequestrate nei loro appartamenti alcune delle famiglie che abitano le case popolari al civico 5 di via Tofano, nel quartiere Baggio. Nella struttura gestita da Mm, che si occupa di residenza popolare per conto del comune di Milano, da qualche giorno infatti gli ascensori sono fermi e al momento non è chiaro quando rientreranno in funzione. 

Una situazione non nuova - casi simili vengono segnalati in Fleming, Saint Bon, Mar Nero e non solo - che è stata denunciata nelle scorse ore da Antonio Salinari, capogruppo di Forza Italia al municipio 7. "Ho ricevuto diverse segnalazioni dai residenti per il malfunzionamento degli ascensori", ha spiegato il politico, raccontando che "a seguito di diversi sopralluoghi da parte dei tecnici, è stato ritenuto necessario fermarli immediatamente senza ricevere altre indicazioni".

Ma togliere gli ascensori in via Tofano, in quella "torre" di 10 piani in cui vivono 50 famiglie e numerosi anziani, significa condannare parte dei residenti a una sorta di arresti domiciliari. Gli anziani - ha sottolineato Salinari - sono "costretti a salire le scale fino all'ultimo piano con i sacchetti della spesa", quando ce la fanno, mentre i "disabili in carrozzina sono obbligati a non poter uscire più di casa o a chiamare l'ambulanza per farsi trasportare sia in salita che in discesa". 

Martedì pomeriggio l'assessore comunale alla casa, Pierfrancesco Maran, doveva essere in consiglio di municipio proprio per intervenire sul tema, ma sembra che l'appuntamento per ora sia saltato. E i residenti, ha concluso il capogruppo di Forza Italia, sono ancora "senza risposte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le famiglie "prigioniere" in casa propria

MilanoToday è in caricamento