Attualità

Così la Lombardia aiuta fragili e disabili (ancora di più dopo il covid)

Approvata una delibera che amplia gli interventi per disabili e fragili

Una mano a chi ne ha più bisogno. La giunta regionale della Lombardia ha approvato lunedì una delibera che servirà - hanno fatto sapere dal Pirellone - "a implementare gli interventi per migliorare la qualità di vita delle persone anziane fragili e i percorsi di autonomia finalizzati all'inclusione delle persone con disabilità".

"Con questo provvedimento - ha spiegato Alessandra Locatelli, assessore regionale alla famiglia, solidarietà sociale, disabilità e pari opportunità - intendiamo ampliare la platea dei destinatari di queste preziose misure, anche in ragione del peggioramento delle condizioni socioeconomiche delle famiglie lombarde conseguenti all'emergenza sanitaria. Per farlo abbiamo modificato il criterio Isee di accesso da 20mila a 35mila euro. La misura, per la quale sono stati stanziati 6,48 milioni di euro, prevede l'erogazione di due tipologie di voucher mensili finalizzati rispettivamente ad assicurare l'autonomia personale e relazionale delle persone anziane e a sostenere percorsi di autonomia finalizzati all'inclusione sociale per le persone disabili".

I destinatari delle misure sono le persone anziane di età uguale o superiore a 65 anni e che vivono al proprio domicilio e giovani e adulti disabili con età pari o superiore a 16 anni e con un livello di compromissione funzionale che consente un percorso di acquisizione di abilità sociali e relative all'autonomia nella cura di sé e dell'ambiente di vita nonché nella vita di relazioni. In entrambe i casi per accedere alla misura è necessario avere un reddito Isee, in corso di validità al momento della presentazione della domanda, pari o inferiore a 35.000 euro annui.

"Le persone fragili sono tra quelle che hanno maggiormente sofferto gli effetti della pandemia. Per consentire una vera ripartenza - ha sottolineato l'assessore Locatelli - è necessario fornire agli anziani e ai giovani con disabilità degli aiuti che siano adeguati alle nuove esigenze. Con questa modifica riusciremo a raggiungere un maggior numero di persone, fornendo loro aiuti concreti e immediati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Così la Lombardia aiuta fragili e disabili (ancora di più dopo il covid)

MilanoToday è in caricamento