Attualità

Le farmacie comunali di Corbetta hanno "cancellato" l'Iva sugli assorbenti

La misura voluta dalla giunta durerà fino al 31 dicembre: salva-slip e assorbenti hanno sconti pari al 22%

Non si pagherà più l'Iva sugli assorbenti nelle farmacie comunali di Corbetta, municipio dell'hinterland Nord-Ovest di Milano. Lo ha deciso l'amministrazione comunale di centrodestra che, fino al 31 dicembre, ha scelto di applicare uno sconto pari al 22% su assorbenti e proteggi-slip.

"Il ciclo non è un lusso eppure in Italia l’Iva sugli assorbenti è al 22%: la tassazione prevista per i prodotti non di prima necessità — hanno spiegato  Raffaella Mastaglia (presidente delle farmacie comunali) e il vicesindaco Corbetta Linda Giovannini —. Come se potessimo scegliere se avere o meno il ciclo. Esistono prodotti come ad esempio il Tartufo che sono ritenuti beni essenziali, ed hanno l’Iva applicata al 4%. Visto che una donna non può scegliere se e quando avere il ciclo, sta a noi scegliere se e quanto tassarlo".

"Sosteniamo con grande piacere questa iniziativa — ha chiosato il sindaco Marco Ballarini —. La Farmacia Comunale Corbetta è tra le prime del territorio a lanciare la campagna 'Il ciclo non è un lusso'. Come Amministrazione siamo al loro fianco, perché considerare gli assorbenti ed i prodotti per l'igiene femminile alla stregua di prodotti non di prima necessità è per noi un gap da colmare al più presto — ha continuato Ballarini —. E non solo per Corbetta, ma per tutta Italia. È una battaglia di civiltà. La cosiddetta 'tampon tax' è una vera e propria discriminazione fiscale, il suo azzeramento nelle due farmacie comunali è un segnale concreto di vicinanza al mondo femminile, per una società che sia davvero inclusiva e rispettosa, in un’ottica di superamento delle differenze di genere".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le farmacie comunali di Corbetta hanno "cancellato" l'Iva sugli assorbenti

MilanoToday è in caricamento