menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Insegnanti, ghisa, operai: 510 assunzioni per il comune di Milano nei mesi del coronavirus

Da settembre, in piena emergenza covid, palazzo Marino ha assunto 510 nuovi lavoratori

Obiettivo: offrire ai cittadini le migliori prestazioni. Prosegue il piano di rinnovamento e implementazione del personale del comune di Milano "voluto dalla giunta per garantire alla città servizi più efficienti e personale con competenze sempre più aggiornate". 

Da settembre - ha fatto sapere palazzo Marino in una nota - "si sono concretizzate 510 nuove assunzioni, di cui 109 solo nel mese di settembre, relative a nuove educatrici destinate ai nidi e alle scuole dell’infanzia per garantire il più ampio organico possibile in occasione della riapertura delle strutture. Nuovo personale anche per il settore della formazione linguistica e per la sicurezza della città".

Delle 510 nuove assunzioni - hanno spiegato dal comune - "149 hanno riguardato impiegati amministrativi per potenziare front e back office di tutte le direzioni, utili anche a snellire e rendere più veloce il dialogo con i cittadini. Sono invece 109 le nuove educatrici che andranno a implementare il personale di nidi e scuole dell’infanzia al fine di garantire, anche in periodo di emergenza covid 19, gli elevati standard qualitativi di un servizio tra i più sentiti dalle famiglie milanesi. Implementata anche la formazione dedicata a giovani e adulti con l’inserimento di 13 nuovi insegnanti di lingua tra spagnolo, cinese, inglese e russo al fine di proseguire la lunga tradizione di eccellenza offerta dalle scuole civiche. Spazio anche alle competenze tecniche con l’inserimento di 33 nuovi geometri nelle diverse direzioni dell’amministrazione, dall’urbanistica alla mobilità, oltre a 56 operai tra idraulici, imbianchini, fabbri, falegnami per garantire la tempestività e la qualità degli interventi manutentivi su scuole, edifici pubblici, aree verdi, impianti, spazi pubblici e servizi funebri".

E ancora: "Non può mancare anche la costante attenzione per i soggetti più fragili grazie all’inserimento di ulteriori 15 risorse attive nei servizi socio-assistenziali. Per garantire la sicurezza dei milanesi e del territorio cittadino inseriti anche 101 nuovi agenti, 94 agenti e 7 ufficiali, di polizia locale". 

"Abbiamo scelto di continuare a investire nelle persone e nelle loro competenze - il commento dell'assessora alle politiche per il lavoro, attività produttive e risorse umane, Cristina Tajani - perché rappresentano la più grande risorsa di cui la pubblica amministrazione si possa dotare. Il nostro piano occupazionale - che in tutto riguarda 1.074 nuove assunzioni per il biennio 2020/22 -, oltre a migliorare e incrementare i servizi offerti al cittadino, rappresenta un contributo concreto alla tenuta dell’occupazione in città, in questo momento così complesso", ha concluso. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento