rotate-mobile
Attualità

Moratti: in Lombardia approvato primo piano regionale autismo

"Attenzione a diagnosi, età di transizione e adulta", ha sottolineato la vicepresidente lombarda

Approvato in Lombardia il primo piano regionale sull'autismo. Ad annunciarlo la vicepresidente e assessora al welfare Letizia Moratti.

"Le innovazioni principali - ha scritto Moratti sulla sua pagina social - sono la diagnosi precocissima del Disturbo dello Spettro Autistico (Asd), già in età neonatale; la grande attenzione all’età di transizione; il focus sull’età adulta". Il piano operativo vuole delineare obiettivi e azioni per coordinare i servizi esistenti e arricchire le risposte in un’ottica di omogeneità, fruibilità e sostenibilità, con percorsi di cura integrati. Lo scopo sarebbe quello di garantire una continuità tra l'assistenza in età evolutiva e adulta.

"L’adozione del Piano regionale - spiega la vicepresidente - rappresenta per Regione Lombardia un traguardo importante: recepisce l’aggiornamento delle ‘Linee d’indirizzo per la promozione e il miglioramento della qualità e dell’appropriatezza degli interventi assistenziali nei Disturbi dello spettro autistico (Asd)', testo approvato in Conferenza unificata il 10 maggio 2018. Il piano realizza inoltre l’iter avviato dalla legge sulle ‘Disposizioni in materia di diagnosi, cura e abilitazione delle persone con disturbi dello spettro autistico e di assistenza alle famiglie’ (134/2015), che è alla base dell'attuazione dei nuovi Livelli essenziali di assistenza (Lea)".

Al centro del piano, mette in luce l'assessora al Welfare, "la persona lungo l’intero arco della vita, secondo la prospettiva integrata bio-psico-sociale". Ad essere realizzato attraverso il programma dovrebbe essere un sistema integrato che favorisca l’individuazione precoce delle persone a rischio e renda sostenibile cure, abilitazione e riabilitazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moratti: in Lombardia approvato primo piano regionale autismo

MilanoToday è in caricamento