Autovelox Fulvio Testi, manca certificato di taratura: 15 multe annullate a un automobilista

Due sentenze del giudice di pace "graziano" un automobilista milanese

Gli autovelox devono essere periodicamente tarati, altrimenti c'è il rischio che non misurino correttamente la velocità dei veicoli e, di conseguenza, che le multe non siano veritiere. Se quindi la società non è in grado di produrre il certificato di taratura, le multe per eccesso di velocità rilevate con quell'apparecchio possono essere annullate dalla magistratura. 

In questo modo un imprenditore milanese, Luca Piscitilli (assistito dal suo difensore, e cognato, avvocato Fabio Cannizzaro - si precisa che il detto legale, invero, è avvocato d’affari presso il Foro di Milano e non si occupa di queste vicende, ma ha ritenuto di aiutare il familiare in questa battaglia di giustizia contro il Comune che ha destato, e sta destando, grande interesse per la cittadinanza di Milano -) è riuscito, con due diverse sentenze del giudice di pace, a farsi annullare in tutto 15 verbali di multa per eccesso di velocità, riferiti tutti alle contestatissime telecamere di viale Fulvio Testi. Le sentenze (entrambe del 18 gennaio, depositate nel mese di febbraio) si riferiscono per la maggior parte a verbali emessi nel corso del 2018, anche se i primi risalgono al 2017.

In entrambe le circostanze, il Comune di Milano si è costituito in giudizio chiedendo il rigetto del ricorso dell'automobilista, producendo due certificati di taratura completamente inidonei in giudizio e che il difensore dell’imprenditore ha puntualmente rilevato non essere certificati di taratura delle apparecchiature di rilevazione. Ma la giudice ha statuito che, se non viene presentato il certificato di taratura, ciò è sufficiente ad annullare i verbali. Peraltro il difensore ha eccepito anche diversi e ulteriori violazioni commesse dal Comune in ordine all’istallazione degli strumenti (tra cui il colore e le distanze dei cartelli in relazione alla strada percorsa che è urbana di scorrimento).

Non è solo questione di sapere se l'automobilista ha superato il limite statuito, ma anche di quanto l'ha superato, perché la sanzione cambia. E non è la prima volta che l'autovelox di viale Fulvio Testi finisce sotto la "scure" del giudice di pace: sono ormai numerose le sentenze con cui le multe vengono annullate. Questa, tuttavia, ha una diversa rilevanza e aggiunge altri elementi che non sono più trascurabili dal Comune. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • "Ritrovo di pregiudicati", la questura chiude tre bar di zona Certosa

  • Incidente sull'A4, camion ribaltato in mezzo alla carreggiata: sei chilometri di coda

Torna su
MilanoToday è in caricamento