rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Attualità

Il piano per potenziare i bagni pubblici di Milano

L'operazione costerà circa 15 milioni di euro ma sarà a costo zero per le casse di Palazzo Marino

A Milano si parla di bagni pubblici. Il motivo è uno solo: Palazzo Marino vuole piazzarne 21 nuovi e rinnovare tutti i 49 esistenti. Il piano c'è, ma adesso è caccia allo sponsor che, secondo il comune, si occuperà di realizzare, gestire e effettuare la manutenzione agli impianti che, sempre secondo i piani di Piazza Scala, saranno gratis per gli utenti.

L'investimento complessivo per l'installazione, gestione e manutenzione dei servizi igienici è stimato in 15 milioni di euro ma l'operazione dovrebbe essere a costo zero per le casse comunali. Chi si aggiudicherà il lavoro, infatti, avrà a disposizione 97 impianti pubblicitari che saranno che saranno trasformati da analogici in digitali.

Nella giornata di martedì 1° marzo si è tenuta seduta pubblica della commissione che ha il compito di individuare la proposta vincitrice tra le tre presentate in risposta all'avviso pubblico per la sponsorizzazione tecnica, fornitura, posa in opera gestione e manutenzione di 70 servizi igienici pubblici automatizzati. Nel corso della seduta è stata formata la graduatoria, nelle prossime settimane sono previsti gli ulteriori adempimenti di procedura necessari per definire l’impresa vincitrice.

"I bagni pubblici sono un elemento importante del decoro della nostra città e un servizio particolarmente richiesto da tutta la popolazione e anche dai turisti – dichiara Pierfrancesco Maran, assessore al Piano Quartieri –. Questo piano ci consente di avere servizi migliori, ben gestiti e senza oneri per l'utenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il piano per potenziare i bagni pubblici di Milano

MilanoToday è in caricamento