menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Sanità, in Lombardia troppi ricoveri inutili di bambini: è la Regione peggiore d'Italia

La classifica frutto dell'analisi degli indicatori di qualità del Ministero della Salute

Impennata, in Lombardia, di bambini ricoverati inutilmente in ospedale. Nei documenti ministeriali si chiama, con freddo linguaggio burocratico, "tasso di ospedalizzazione degli under 18". Si tratta di uno degli indicatori con cui viene misurata la qualità delle prestazioni sanitarie in Italia, attraverso il monitoraggio dei cosiddetti Lea, livelli essenziali di assistenza.

Dai freddi numeri apparte una fotografia che, in Lombardia, impressiona. Nel 2017 sono ben 307 ogni 100 mila in Lombardia i minorenni ricoverati negli ospedali, un numero che stona decisamente con quelli di altre Regioni italiane: ad esempio in Toscana sono appena 38 ogni 100 mila. 

Ed è sbagliato pensare che questi numeri siano fotografia del fenomeno dell'emigrazione sanitaria interna, cioè di malati (in questo caso bambini o ragazzini) che, da altre Regioni, vengono a curarsi in Lombardia. No: questi numeri certificano invece un fenomeno che occorre affrontare per porvi rimedio, quello delle ospedalizzazioni inutili, dei ricoveri per patologie (come l'asma) che sarebbero invece curabili a casa con l'assistenza dei pediatri o dei medici di famiglia.

Senza immaginare il caso peggiore, cioè che gli ospedali "esagerino" con i ricoveri, anche non necessari, per ottenere maggiori rimborsi dal Ssn. La Lombardia, in "classifica generale", è la quarta Regione più virtuosa d'Italia secondo gli indicatori analizzati dal Ministero; ma per il tasso di ospedalizzazione dei minori è la peggiore in assoluto.

Se il doppio dei minori emiliani o otto volte in più dei minori toscani viene ricoverato in ospedale per banalità curabili a casa, un problema c'è e va risolto. Tra le azioni che Giulio Gallera, assessore regionale alla Sanità, intende mettere in campo nel 2019 ci sono le reti di pediatri nei pronto soccorso: grazie a loro, forse si riuscirà a valutare meglio i bisogni e lo stato di salute dei bambini evitando ricoveri non necessari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

Coronavirus

Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento