Milano, su palazzo Marino spunta la bandiera trans: "Per una città più equa e più giusta"

Per il 20 novembre, giorno dedicato alle vittime di transfobia. La richiesta partita dal Pd

La bandiera esposta

Promessa mantenuta. Venerdì 20 novembre, "Transgender Day of Remembrance", la ricorrenza nata nel 1999 per ricordare tutte le vittime di tansfobia nel mondo, sulla casa del comune di Milano è stata esposta la bandiera trans, riconoscibilissima dai classici colori azzurro, rosa e bianco. 

L'iniziativa era stata proposta dai consiglieri del Partito democratico, Angelo Turco e Diana De Marchi, proprio per onorare il 20 novembre. "Il Comune di Milano si unisce alla comunità LGBTQIA+ nel ricordo delle 350 vittime che quest’anno hanno perso la vita per colpa dell’odio transfobico che ancora oggi imperversa nella nostra società", ha esultato il coordinamento arcobaleno di Milano, che si è detto "lieto di aver lavorato insieme alla municipalità per lanciare un segnale importante di speranza per una città più equa, giusta e che non dimentichi chi subisce tutti i giorni abusi e violenze, fino alla morte".

"C’è ancora molta strada da fare insieme - hanno aggiunto dal Coordinamento - e sappiamo che questo è solo un altro passo per creare una maggiore consapevolezza e riconoscimento della comunità T nella nostra società e che è necessario continuare a lottare contro l’odio e la violenza nei confronti delle persone transgender della nostra città".

Cos'è il Transgender Day of Remembrance

La ricorrenza è nata nel 1999 per commemorare le vittime di transfobia. Venne introdotta, avevano spiegato proprio De Marchi e Turco presentando la loro richiesta, "da Gwendolyn Ann Smith, attivista transgender, in ricordo di Rita Hester, una donna transgender assassinata nel 1998, attraverso lo svolgimento di una veglia a San Francisco". 

"Da allora l'evento ha preso piede in centinaia di città di tutto il mondo, attraverso eventi e appuntamenti, sia fisici che online, per ricordare le vittime di transfobia e aumentare la visibilità su una problematica ancora molto presente ma spesso sottovalutata". Ma non a Milano, evidentemente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento