Attualità

Milano, 15 spazi in periferia a bando per associazioni e cooperative

L'idea è quella di realizzare attività di coesione e presidio del territorio

Quindici piccoli spazi al piano terra, non abitativi e finora non utilizzati, sono stati messi a bando dal Comune di Milano e sono a disposizione di associazioni, enti e cooperative per realizzare progetti sociali, culturali, educativi e formativi. Gli spazi sono grandi da 42 a 133 metri quadrati e verranno concessi in affitto per 6 anni con un canone scontato del 70% rispetto al valore di mercato.

I vincitori dovranno sviluppare attività che rafforzino la coesione sociale e rappresentino un presidio quotidiano diffuso del territorio. Il bando ("Sguardi d'altrove nelle zone periferiche") rimarrà aperto fino al 25 ottobre. Gli spazi sono dislocati nei quartieri Gallaratese, Quarto Cagnino, Isola e Chiesa Rossa.

"Procede a ritmo sostenuto - spiega l’assessore alla casa e ai lavori pubblici Gabriele Rabaiotti - lo sforzo che punta a riportare vicino alle case popolari non solo nuovi servizi e nuove attività, ma anche spazi che possano essere utilizzati direttamente dagli abitanti che in molti casi già lavorano attivamente e si impegnano per rendere migliori i quartieri della città. Penso ai comitati inquilini, alle autogestioni e alle associazioni nate nei quartieri popolari e da anni presenti nelle zone difficili di Milano".

L'idea è quella di non affidarsi a grandi finanziamenti e operazioni di vasto respiro che in qualche modo "rivoluzionano" i quartieri, come i bandi ad hoc per le periferie di cui si è molto parlato recentemente per la decisione del Parlamento di "bloccarli". Anche i piccoli interventi, coinvolgendo il tessuto "micro" dei quartieri di periferia, possono fare la loro parte: centri di aggregazione, aule studio, doposcuola

Gli spazi a bando

Ecco i quindici spazi. Tre sono in via Alex Visconti 2, al Gallaratese. Ben sei, nello stesso quartiere, in via Appennini, ai civici 101, 161, 169, 181, 195 e 199. Due gli spazi all'Isola: uno in via degli Assereto 19, uno in via Borsieri 12. Tre a Chiesa Rossa: uno in via Pescara 44 (Ronchetto delle Rane), uno in via San Giacomo 32b e uno nella stessa via al 34a. Infine, a Quarto Cagnino, uno spazio in via Fleming 19.

74 spazi in 5 anni

Negli ultimi 5 anni sono stati lanciati 12 bandi e, tra progetti profit e non, assegnati 74 spazi. Solo negli ultimi 2 anni, prima di quest’ultimo bando, ne erano già stati lanciati altri due ("Costellazioni di quartiere" e "Spazio alle periferie"), attraverso i quali sono tornati a vivere 32 spazi disseminati in particolare tra il Gallaratese, la zona Niguarda/Bovisa e quella di via Padova/Rizzoli.

Adesso questi locali sono a disposizione della comunità e vi si organizzano attività le più varie, come ad esempio laboratori di scrittura creativa, teatrali, artigianali, sportelli di accoglienza e orientamento scolastico contro la dispersione, promozione delle pratiche Shiatsu e Yoga, ma anche della digitalizzazione e della parità di genere, progetti dedicati ai minori in condizioni di disagio, a volte anche impiegando persone in difficoltà, ex carcerati o disoccupati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, 15 spazi in periferia a bando per associazioni e cooperative

MilanoToday è in caricamento