Ordini su Instagram e cocktail preparati e consegnati in diretta: a Milano nasce l'Instabar

L'idea dello Star Zagros Kebabbar di Milano. Così il bar "riapre", almeno virtualmente

Un bancone virtuale. Ma pur sempre un bancone. In una Milano ancora alle prese con l'emergenza coronavirus, i titolari di bar e locali cercano nuovi modi per sopravvivere, per restare aperti nonostante le restrizioni. Emrah Karaman, 30 anni, di origini curde, ha deciso di farlo puntando sui social, trasformando il suo Star Zagros Kebabbar di corso 22 marzo nel primo "Instabar" di Milano. L'idea è semplice: nel weekend il locale - che fonde il mondo del kebab e quello della miscelazione - aprirà le proprie porte ai clienti, ma in una strada nuova. 

Venerdì, sabato e domenica, dalle 21.30 alle 23, il locale si trasformerà infatti i una sorta di cocktail bar virtuale con delle live streaming su Instagram per consentire alle persone di ordinare i drink, assistere alla loro preparazione in diretta e vederseli poi recapitare a casa, sempre in presa diretta. La consegna, spiegano dal bar, verrà fatta in speciali buste contenenti la miscela, il ghiaccio e le guarnizioni, così che poi i clienti possano ricomporre il drink nel bicchiere secondo le istruzioni date dai bartender, chiaramente sempre via Instagram. E sempre via Instagram i clienti potranno poi chiacchierare con gli altri presenti al bancone virtuale.  

VIDEO. Ecco come ordinare i cocktails su Instagram

“Il nostro locale fonde la tradizione gastronomica del kebab e la miscelazione, da cui il nome ‘Kebabbar’ – spiega Emrah – e finora siamo riusciti a rimanere a galla grazie al sistema di delivery che abbiamo sviluppato internamente, senza aggregatori o delivery app. Hanno funzionato bene le consegne a domicilio di cibo, ma rispetto ai cocktail c’è ancora tanta diffidenza. Nonostante il recente passaggio della Lombardia a zona gialla, per i locali come il nostro, attivi soprattutto dopo le 18, è cambiato poco”.

“Abbiamo deciso di attivare Instabar per portare ai nostri clienti, oltre ovviamente ai drink, una fetta importante dell’atmosfera da bancone, ovvero il rapporto umano, le chiacchiere e lo scambio di storie e aneddoti. Chi gradisce, può anche ordinare il cocktail dal nostro sito in altri momenti della giornata e collegarsi durante Instabar per consumarlo in compagnia. Non lo facciamo solo per i clienti, ma anche per noi stessi - conclude il titolare -. Abbiamo smarrito la dimensione sociale che ci caratterizzava e che manca terribilmente. Per il momento ci accontentiamo di ricostruirla virtualmente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

Torna su
MilanoToday è in caricamento