rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Attualità San Siro / Via Antonio Tolomeo Trivulzio

Ricoverato per una polmonite il medico che sollevò il caso del Pio Albergo Trivulzio

Il professor Luigi Bergamaschini è in attesa dell'esito del tampone

Nel pieno dell'emergenza Coronavirus aveva sollevato il problema delle mascherine e dei dispositivi di protezione individuale all'interno del Pio Albergo Trivulzio, adesso il professor Luigi Bergamaschini è ricoverato al San Paolo per una polmonite ed è in attesa dell'esito del tampone per stabilire se ha contratto la covid-19.

Il geriatra dell'università Statale di Milano a inizio marzo aveva evidenziato la necessità di dare le mascherine a tutti gli operatori dell'istituto, mentre secondo quanto spiegato dal Pat in quei giorni di grave carenza la linea era di privilegiare i reparti ritenuti più esposti. Bergamaschini è finito sotto i riflettori perché è stato sospeso dalla struttura e ha chiesto di essere reintegrato tornando nuovamente al lavoro.

Pio Albergo Trivulzio: la posizione della casa di riposo

Nella giornata di mercoledì 6 maggio la struttura, attraverso il virologo Fabrizio Pregliasco, ha fatto sapere che all'interno della casa di riposo si sono registrati 300 morti tra gennaio e aprile: 114 in più rispetto alla media dello stesso arco temporale degli anni scorsi (2015-2019).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricoverato per una polmonite il medico che sollevò il caso del Pio Albergo Trivulzio

MilanoToday è in caricamento