Una mega vetrina aperta e un caffè letterario: la biblioteca Sormani di Milano si rifà il look

Presto partono i lavori alla biblioteca Sormani. Ecco il progetto di rinnovamento

La Sormani si rifà il look. La storica biblioteca di Milano, infatti, sarà sottoposta - ha fatto sapere palazzo Marino in una nota - a un "piano di aggiornamento previsto dall’amministrazione per fare fronte al cambiamento delle esigenze del pubblico e alle nuove modalità di accesso ai servizi, sempre più legate alla diffusione della tecnologia".

La principale biblioteca pubblica della città meneghina, ospitata a Palazzo Sormani dal 1956, nel corso degli ultimi 50 anni ha subìto vari interventi di manutenzione, adeguamento e riallestimento, fino all’ultimo nel 2006, che hanno progressivamente "alterato l’unitarietà stilistica dell’impianto originario del secondo dopoguerra, senza tuttavia - hanno sottolineato da palazzo Marino - rinnovarne l'aggiornamento delle modalità di accesso alle raccolte e ad alcuni servizi, un aggiornamento oggi necessario".

Stando al progetto elaborato, al piano terra saranno realizzati "un’ampia vetrina 'a scaffale aperto', dove gli utenti potranno scegliere liberamente cosa leggere o farsi prestare tra 8.000 libri, cd, dvd, aggiornati di frequente" e "un caffè letterario". E ancora: "Una nuova sezione dedicata a famiglie, bambini e ragazzi, che conterrà la biblioteca di Gianna e Roberto Denti, gli storici fondatori della libreria per ragazzi aperta nel 1972, donata dagli eredi al Comune di Milano" e, hanno spiegato dal comune, "una sala polivalen dove si terranno conferenze, workshop e tutte le attività che non potranno più essere svolte nella Sala del Grechetto, di prossima musealizzazione grazie al rientro del Ciclo di Orfeo restaurato". E completare il restyling ci saranno poi "laboratori per l’alfabetizzazione tecnologica" e "una sezione musica e spettacolo completamente rinnovata", mentre "tutte le funzioni legate alla consultazione, allo studio e all’approfondimento saranno concentrate e riorganizzate al primo piano".

"I lavori previsti saranno funzionali alla posa delle nuove forniture e interesseranno principalmente la sostituzione di alcune pavimentazioni in linoleum, risalenti agli anni ’50 e molto compromesse, e modifiche agli impianti elettrici e di distribuzione dati, che consentiranno di implementare dispositivi in radiofrequenza per i servizi di autoprestito, già efficacemente sperimentati in alcune biblioteche rionali, per i quali è prevista nel 2021 l'implementazione in tutto il Sistema Bibliotecario", ha chiarito l'amministrazione.

I lavori saranno affidati con un bando pubblico con il criterio dell'offerta economica più vantaggiosa. La base d'asta è di 1 milione e 150mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento