menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il piccolo

Il piccolo

La battaglia di Davide contro il tumore a 3 anni e il sogno di diventare poliziotto che si avvera

Una storia che da Napoli ha toccato Milano, grazie al sostegno dell'associazione Medicuore Onlus. Terminate le cure il piccolo fuori dall'ospedale partenopeo ha trovato due volanti della polizia a scortarlo fino a casa

Una rara forma di tumore con cui combattere e da sconfiggere a soli tre anni e un piccolo grande sogno: quello di diventare un poliziotto. Una favola che ha visto realizzarsi l'altro giorno quando fuori dall'ospedale, al termine del percorso di cura, Davide - questo il nome del bambino - ha trovato ad attenderlo due volanti della polizia. Lampeggianti accessi, radio in contatto con la centrale operativa e un 'mini poliziotto' - vestito di tutto punto anche con la divisa - che ha dimostrato di essere già diventato un 'ometto'. E il sorriso, puro e sincero, è arrivato al cuore di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di assistere alla scena. 

Una storia commovente che arriva da Napoli e che ha toccato anche la Brianza e Milano dove il piccolo qualche tempo fa, grazie al supporto della rete messa a disposizione dall'associazione Medicuore Onlus, ha effettuato alcuni consulti ed esami. La diagnosi del tumore per il piccolino, originario di Napoli, è arrivata circa sette mesi fa e da qual momento è iniziato un lungo e difficile periodo di cure durante il quale il bimbo si è sottoposto anche a delicati interventi. Poi l'altro giorno, al termine delle terapie presso l'ospedale di Napoli, il piccolo Davide è tornato a casa. Ma ad aspettarlo fuori dalla struttura ha trovato una sorpresa speciale e due volanti pronte a scortarlo fino a casa. 

"Lui è Davide - si legge sui social dell'associazione Medicuore - ha terminato il suo percorso in oncologia pediatrica. Vuole fare il poliziotto e la questura di Napoli si è resa disponibile per fargli realizzare un piccolo sogno". "Il nostro piccolo Davide ha finalmente terminato le terapie e noi, per festeggiare un momento cosi? importante, abbiamo deciso di realizzare un suo piccolo grande sogno: essere un vero 'poliziotto', almeno per un giorno. Non saremmo riusciti nell’impresa senza il prezioso supporto del questore di Napoli, Alessandro Giuliano, sempre vicino al nostro ospedale e di tutto l’Ufficio Prevenzione regionale diretto dalla dr.ssa Fava che, senza pensarci un secondo, hanno dato la loro piena disponibilita? nel realizzare il sogno di un piccolo grande uomo", hanno commentato dalla fondazione Santobono Pausilipon di Napoli.

Cosi? Davide, finita l’ultima infusione, si e? vestito di tutto punto con l’uniforme di ordinanza preventivamente acquistata dalla mamma e si e? recato verso l’uscita, dove, con sua somma sorpresa, ha trovato ad attenderlo ben due volanti della polizia pronte a scortarlo fino a casa. L’emozione e? stata enorme e i poliziotti hanno gestito questo momento con grande delicatezza. "Davide, che questo sia il primo dei tanti sogni che realizzerai nella tua vita", hanno augurato al piccolo dall'ospedale in un messaggio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento