Attualità

La Lombardia vuole creare una black list di chi inquina

L'assessore Cattaneo: "Figure che ripetono in modo seriale comportamenti illegali"

Un modo per cercare di prevenire. Una strada per evitare che la storia si ripeta spesso sempre identica a se stessa. La Lombardia sta pensando di creare una sorta di "lista nera" degli imprenditori che nella gestione dei rifiuti si sono dimostrati poco "attenti". 

A proporre l'idea, mercoledì, proprio nel giorno in cui la guardia di finanza ha svelato l'ennesima discarica abusiva nel Milanese, è stato l'assessore all'ambiente, Raffaele Cattaneo. "Ringrazio le forze dell'ordine e la magistratura che attraverso controlli attenti sul territorio sono riusciti ad individuare un altro caso di traffico illecito di rifiuti. Le indagini dimostrano come nel campo degli illeciti ambientali ci siano figure che tendono a ripetere in modo seriale comportamenti illegali", le sue parole. 

Quindi, l'idea: "Ribadisco, come già proposto lo scorso anno, che sarebbe opportuno poter disporre di una black list di soggetti che hanno tenuto comportamenti illegali, affinché gli organi competenti per le autorizzazioni amministrative possano tenerne adeguatamente conto".

Sul tema è intervenuto anche l'assessore alla sicurezza, Riccardo De Corato. "Regione Lombardia - ha ricordato - è fortemente impegnata nel contrasto alle ecomafie. Anche per questo finanzia tramite bandi per le polizie locali, dispositivi sempre più nuovi e moderni per la lotta a questi reati.  Tra questi apparecchi ci sono, ad esempio, i droni, i sistemi di videosorveglianza e le fototrappole".

"La prevenzione dei reati così come lo sgominare questo tipo di criminalità - ha ribadito De Corato -  sono tra gli aspetti più  importanti per la sicurezza dei cittadini. Il mio Assessorato, anche pr questo motivo sta promuovendo l’attivazione dei Nuclei di polizia locale ambientale. È  uno strumento organizzativo ed operativo fondamentale per contrastare problematiche come gli sversamenti di rifiuti abusivi e le discariche illegali. Auspico quindi di poter vedere svilupparsi nei vari comuni lombardi, anche in forma associata, queste importanti formazioni”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lombardia vuole creare una black list di chi inquina

MilanoToday è in caricamento